Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La nuova stangata per le famiglie: aumenti record per benzina e diesel

© Fotolia / Chat_a4Un automobilista fa benzina al self service
Un automobilista fa benzina al self service - Sputnik Italia, 1920, 30.06.2021
Seguici su
Il prezzo medio della benzina al self service è cresciuto fino a 1,628 euro al litro, e fino a 1,489 euro al litro per il diesel in modalità self. Il Codacons: "Per un pieno di benzina ci vogliono fino a 11,2 euro in più rispetto al 2020".
Continua a crescere il costo dei carburanti in Italia. Oggi il ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato i risultati delle rilevazioni effettuate sulla rete dei distributori. Dati che hanno evidenziato una crescita del prezzo medio della benzina al self service, fino a 1,628 euro al litro, e del diesel in modalità self a 1,489 euro al litro.
Si tratta, secondo il Codacons, di una “vera e propria stangata per le tasche dei consumatori” con un aggravio annuo per le famiglie stimato attorno ai 270 euro. Il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi, parla di “rincari senza sosta”.
“Oggi un litro di benzina – afferma in una nota - costa il 16 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre per il gasolio si spende il +15,5 per cento”. “Questo significa – spiega Rienzi - che per un pieno di benzina un automobilista spende oggi 11,2 euro in più rispetto allo scorso anno, 10 euro in più per un pieno di gasolio”.
A pesare sul bilancio delle famiglie è anche l’inflazione, che secondo l’Istat rimarrà attorno all’1,3 per cento. Questo, sempre secondo il Codacons, si tradurrà “in un aggravio di spesa, considerata la totalità dei consumi delle famiglie del periodo pre-Covid, pari a +399 euro su base annua per la famiglia tipo, +519 euro per un nucleo con due figli”.
Oltre all’aumento del prezzo dei carburanti, c’è la crescita della spesa per l’energia, che secondo gli stessi dati, citati dal Fatto Quotidiano, è aumentata del 14 per cento rispetto al giugno del 2020.
“I rialzi dei beni energetici hanno effetti diretti sui prezzi al dettaglio, ed in particolare il caro-benzina, con i listini dei carburanti che oggi segnano il +16 per rispetto allo scorso anno, fanno impennare il comparto dei trasporti, che a giugno sale del 4,4 per su base annua”, chiarisce ancora il Codacons.
Tradotto, sottolinea l’associazione, significa “una maggiore spesa solo per gli spostamenti pari a +238 euro per un nucleo con due figli, +152 euro per la famiglia tipo”.
“Ma la vera preoccupazione – conclude Rienzi - è legata all’andamento delle tariffe di luce e gas: i forti rialzi dei beni energetici determineranno una batosta sulle bollette dell’energia, con rincari pesanti a carico delle famiglie”.
Tuttavia, il livello dell’inflazione in Italia resta al di sotto della media europea, che si colloca attorno al 2 per cento.
Putin dà il via alla produzione delle auto di lusso russe Aurus - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
Addio alle auto diesel e benzina: ecco da quando saranno vietate
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала