Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Violenze nella protesta in carcere durante il lockdown, 8 militari arrestati a Caserta

© AP Photo / TheGiantVerminCarcere
Carcere - Sputnik Italia, 1920, 28.06.2021
Seguici su
I fatti risalgono al 6 aprile 2020, quando i detenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) hanno lanciato una protesta dopo la notizia sul contagio da COVID-19 nella struttura penitenziaria. L'episodio ha registrato un confronto con le forze dell'ordine. Il gip ha emesso 52 misure cautelari nei confronti dei militari.
Il 6 aprile, poche settimane dopo lo scoppio dell'epidemia in Italia, nel casertano sono stati inviati gli uomini dei reparti speciali della polizia penitenziaria per affrontare una rivolta dei detenuti. In seguito all'evento è stata avviata un'inchiesta su presunti episodi di violenza da parte dei militari.
Come riportato da Ansa, i reati contestati, a vario titolo, sono concorso in torture pluriaggravate ai danni di numerosi detenuti (per 41 agenti), maltrattamenti pluriaggravati, lesioni personali pluriaggravate, falso in atto pubblico (anche per induzione) aggravato, calunnia, favoreggiamento personale, frode processuale e depistaggio.
Una delle prove delle violenze ai danni degli incarcerati sarebbero i messaggi scambiati tra gli agenti della penitenziaria che hanno partecipato all'operazione, i cui contenuti indicano che i detenuti avessero subito aggressioni da parte delle forze dell'ordine. Secondo l'indagine, gli incarcerati sono stati picchiati, denudati e 15 di loro sono stati portati in isolamento. Uno di questi ultimi è morto il 4 maggio. La Procura aveva contestato il reato di morte come conseguenza di torture mentre il gip l'ha classificata come suicidio.
Complessivamente sono stati indagati 110 soggetti con l'ufficio inquirente che ha chiesto misure cautelari per 99 indagati. Il Giudice ha riconosciuto la gravità indiziaria per 62 persone, ma ha emesso 52 misure cautelari sulla base della sussistenza della pericolo di reiterazione del reato.
Le misure nei confronti dei militari sono:
8 arresti in carcere,
18 arresti ai domiciliari,
3 obblighi di dimora,
23 interdizioni dall'esercizio del pubblico ufficio.
Il ministero della Giustizia ha commentato il proseguimento dell'inchiesta, affermando che la segue con preoccupazione.
"La Ministra Marta Cartabia, e i vertici del Dap rinnovano la fiducia nel corpo della Polizia Penitenziaria, restando in attesa di un pronto accertamento dei gravi fatti contestati", si legge nella nota del dicastero, citata da Ansa.
Milano, rivolta in carcere San Vittore  - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2020
Rivolta nel carcere di San Vittore, magistrati avviano indagini
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала