Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

G20 a Matera, Di Maio: “Il Sud sarà al centro del mondo”

© AP Photo / Pool / Yiannis KourtoglouLuigi Di Maio ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale
Luigi Di Maio ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale - Sputnik Italia, 1920, 28.06.2021
Seguici su
Alla vigilia del vertice dei ministri degli Esteri del G20, il capo della Farnesina sottolinea come la scelta di Matera non sia stata casuale, né dovuta alla sua bellezza, quanto piuttosto al riconoscimento del Sud Italia come cuore della corsia mediterranea dell’Europa.
Con il G20 di domani a Matera, e gli altri appuntamenti previsti a Bari e Brindisi, “il Sud è davvero centrale e protagonista di un importante appuntamento internazionale”, ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno.
E “la scelta di Matera non è stata casuale e non è fondata sul solo fatto che si tratta di una cornice di straordinaria bellezza”, ha tenuto a rimarcare. Perché se “l’Italia è la ‘corsia mediterranea’ dell’Europa, il Sud è geograficamente il cuore di questa ‘corsia'”.

“Promuoviamo un nuovo approccio al Mediterraneo allargato, mettendo al centro temi come la gestione dei flussi migratori, la transizione energetica e digitale e la prevenzione e risoluzione di crisi e conflitti”.

Nella città dei Sassi sono attese 500 persone, componenti di 73 delegazioni, tra ministeri degli Esteri e organismi di cooperazione, e 150 giornalisti.

Multilateralismo e Africa

Di Maio ha ricordato come il vertice del G20 arrivi in un “momento storico eccezionale” segnato dalla pandemia di Covid-19, che ha dimostrato l’importanza di un approccio multilaterale per rispondere alle grandi sfide globali.

"Il multilateralismo efficace sarà quindi al centro della ministeriale di Matera. Allo stesso tempo, grande attenzione sarà dedicata all’Africa, terra straordinaria e ricchissima di opportunità, che si trova ad affrontare nodi cruciali per il suo sviluppo in chiave sostenibile".

Grande spazio sarà poi dedicato al tema dell’insicurezza alimentare, per rendere concreto l’obiettivo “Zero Hunger” entro il 2030, ha aggiunto Di Maio.

Il Recovery "occasione irripetibile" per il Sud

Nel corso dell’intervista, Di Maio ha sottolineato l’importanza del rilancio del Sud Italia per la ripartenza e lo sviluppo sostenibile di tutto il Paese. E il Recovery Fund rappresenta “un’occasione irripetibile”.
“Per questo, il riequilibrio territoriale è stato scelto come priorità trasversale del Piano nazionale di ripresa e resilienza italiano, e lo testimoniano i 100 miliardi destinati proprio al Sud. Queste risorse, insieme a quelle destinate ad investimenti su scala nazionale, contribuiranno al rilancio del Sud e all’affermazione di un modello di sviluppo più inclusivo, connesso e sostenibile, in cui nessuno viene tagliato fuori”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала