Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte: no a operazioni di restyling, Grillo decida se essere genitore generoso o padre padrone

© Filippo AttiliPresidente del Consiglio Giuseppe Conte
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte - Sputnik Italia, 1920, 28.06.2021
Seguici su
L’ex presidente del Consiglio ha chiesto alla comunità dei cinque Stelle di valutare la sua proposta di Statuto, su cui sono emerse le frizioni con il garante del M5S, e di esprimersi con un voto, precisando che non si accontenterà di una maggioranza risicata, perché al Movimento serve “una leadership solida”.
No a un’operazione di “puro restyling” perché al movimento servono “forti cambiamenti” e “una leadership solida”. Con queste parole l’ex premier Giuseppe Conte ha spiegato oggi alla stampa le divergenze emerse con il garante del M5S, Beppe Grillo, durante la stesura di Statuto e Carta dei principi del movimento. Documenti che domani Conte consegnerà a Grillo e al capo politico ad interim, Vito Crimi, chiedendo che “sia diffuso presso l'intera comunità M5S”.


“Sono documenti aperti alle osservazioni degli iscritti, ma sono le condizioni imprescindibili per un mio impegno. Io sono pronto, ritengo che il M5s abbia atteso già troppo tempo".

Conte ha sollecitato “la comunità Cinque stelle a partecipare a una valutazione sincera di questa proposta di Statuto e di esprimersi con un voto”, precisando che non si accontenterà di una “risicata maggioranza”. Perché "per partire forti occorre tanto, ma tanto entusiasmo, me lo aspetto da Beppe e da tutti gli iscritti, a queste condizioni ci metterò tutta l'anima che ho".
Quindi l’ex premier ha rivolto un appello al garante:


“Spetta a lui decidere se essere il genitore generoso che lascia crescere la sua creatura in autonomia o il genitore padrone che ne contrasta l'emancipazione. Per lui c'era e ci sarà sempre il ruolo di garante, di custode dei valori e principi fondamentali del movimenti, ma la sua figura sarà inserita in un quadro che prevede distinzioni tra le varie funzioni. Tra la filiera di garanzia, al cui vertice c'è il garante, la filiera degli organi di politica attiva, al cui vertice deve esserci un leader politico, e la filiera degli organi di controllo".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала