Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Delta, Ricciardi: "I vaccini non bastano, necessari mascherine, distanza e igiene mani"

© Foto : EPP GroupWalter Ricciardi
Walter Ricciardi - Sputnik Italia, 1920, 27.06.2021
Seguici su
Preoccupazione per la diffusione in Italia della variante Delta, più contagiosa e resistente agli anticorpi, in concomitanza con lo stop alle restrizioni e misure anti-contagio.
Come l'anno scorso, dopo mesi di lockdown e dure restrizioni alle libertà personali, l'Italia è arrivata in estate in una situazione di regressione dell'epidemia di Covid-19. Diversamente dall'anno scorso, però, non dovranno essere commessi quegli stessi errori che potrebbero farci ripiombare in una fase acuta ad ottobre, quando ricomincerà la scuola e la diffusione della variante Delta nel Paese sarà al culmine. Questo l'avvertimento di Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, contenuto in un editoriale pubblicato su l'Avvenire.
Per evitare una nuova ondata di casi, secondo Ricciardi, bisognerà:
evitare il sovraffollamento degli autobus e la mancanza di cautela negli ambienti chiusi, in primis quelli scolastici;
cautela e controlli ai rientri dai viaggi all'estero;
accelerare le vaccinazioni.

Mascherine e distanziamento ancora necessari

Tuttavia l'esperto sottolinea che contro la variante Delta i "vaccini però da soli non bastano".

"Per la sua contagiosità - spiega - e per il fatto che è difficile raggiungere la copertura vaccinale del 90/95% che consentirebbe di ottenere un’immunità di popolazione, è necessario continuare a mantenere misure di cautela come "il rispetto della distanza di sicurezza, il lavaggio e la disinfezione delle mani e l’utilizzo della mascherina quando non è possibile garantire la distanza, sia all’aperto, ma soprattutto al chiuso", precisa.

Ricciardi è certo che questi "pilastri comportamentali" ci accompagneranno "anche nella seconda parte dell’anno" e non vanno abbandonati "con superficialità".
"Il ripristino dell’uso delle mascherine in Israele dopo l’illusione di aver sconfitto definitivamente il virus con la più efficace campagna vaccinale al mondo sono li a confermarlo", ricorda.

Green Pass

Un altro nodo istituzionale è quello del Green Pass, che consentirà la circolazione in sicurezza dal 1 luglio in tutta l’Unione Europea. E' necessario, però, agire con tempestività per limitare l’arrivo di varianti da Paesi extraeuropei, avverte il consulente di Speranza.
"Fino a quando le vaccinazioni non verranno garantite alla maggior parte della popolazione mondiale non vi sarà sicurezza neanche per i Paesi che hanno elevati livelli di copertura", ricorda Ricciardi, portando come esempio gli Stati Uniti e la Gran Bretagna che, permettendo l'ingresso dei cittadini indiani per ben due settimane dopo l'esplosione della seconda ondata nel Paese asiatico, adesso si ritrova con un aumento di contagi che sta compromettendo le strategie di riapertura nonostante l'elevato livello di vaccinazioni effettuate.
Infine Ricciardi assicura che una strategia basata sull'intensificazione dei vaccini e il mantenimento di alcune misure anti-contagio consentirà una situazione di "gestibile endemia". In ogni caso l'Italia dovrà utilizzare le risorse del Pnrr per prevenire future pandemie, anche attraverso una riforma strutturale del sistema sanitario.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала