Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia primo fornitore di alluminio grezzo dell'Italia, triplicate le importazioni in 10 anni

Alluminio
Alluminio - Sputnik Italia, 1920, 27.06.2021
Seguici su
Al primo Forum di alluminio italo-russo tenutosi sono stati presentati i dati sulla fornitura di alluminio grezzo dalla Russia alle aziende italiane.
Le due giornate del Forum Italia-Russia sull'alluminio sono state organizzate da Metef e dall’Associazione Alluminio Russa per parlare del rapporto tra i due Paesi in relazione al metallo leggero, strategico per le industrie italiane.
Secondo quanto emerso durante il forum, la Russia rappresenta il primo fornitore di alluminio grezzo primario all'Italia, con l'apporto di un quarto del fabbisogno industriale totale delle aziende del Paese.
Si tratta di una linea di crescita in aumento di quasi 3 volte negli ultimi 10 anni e che è destinata a crescere ancora, soprattutto adesso che la Russia sta decarbonizzando la sua produzione di alluminio.
“I rapporti commerciali con la Russia per l’Europa e in particolare per l’Italia, storicamente deficitari di alluminio grezzo sono strategici e lo diventeranno sempre di più nei prossimi anni dato che la Russia si sta impegnando a produrre alluminio carbon free, con l’obiettivo di raggiungere il NET 0 entro il 2050, e l’Europa ha messo in piedi il Green New Deal, un programma ambizioso che va nella stessa direzione” ha detto Mario Conserva, presidente di Metef.

Solida l'industria del metallo leggero in Italia

L'Italia si presenta come un paese in cui l'industria del metallo leggero è solida e ben differenziata, dagli imballaggi all’automotive, dall’edilizia ai trasporti, con 500 aziende di produzione e trasformazione di alluminio che danno lavoro a 15.600 addetti per un fatturato superiore ai 9 miliardi di euro e con un consumo di 32 kg di alluminio pro capite all’anno.
Il Paese è inoltre leader europeo per il riciclo di questo materiale ma carente nella presenza naturale di alluminio grezzo primario.

Russia primo fornitore in Italia e in Europa

Negli ultimi due anni la Russia ha fornito Italia e Europa con quasi il 55% della sua produzione globale di alluminio primario, vale a dire con oltre 2,2 milioni di tonnellate di materia prima. Nel 2019 in Italia l'importazione del materiale è stata di circa 265mila tonnellate e di circa 175mila nel 2020.
"Considerando che in Italia abbiamo un utilizzo totale nel 2020 di metallo leggero (primario e secondario) di poco superiore a 1,8 milioni e un fabbisogno di primario stimabile intorno a 1 milione di tonnellate all’anno, il primario russo va a coprire intorno a un quarto delle nostre necessità" ha spiegato Conserva.

Decarbonizzazione dell'alluminio in Russia

I numeri presentato al forum dimostrano l’importanza della sinergia tra questi due paesi nel campo dell’alluminio, soprattutto dopo i grandi sviluppi che vedono la Russia leader nelle produzioni di alluminio primario ecosostenibile che punta a una bassissima o nulla impronta di carbonio.
"L’Europa deve cercare di agevolare con buone normative di trading e di meccanismi di compensazione sulla CO2 l’afflusso di metallo primario di alta qualità e a impronta di carbonio bassa o nulla, mentre deve togliere i dazi all’import di alluminio grezzo, una materia prima che non abbiamo e di cui le nostre industrie hanno estremamente bisogno" ha concluso Conserva.
Biden e Merkel a Cornovaglia - Sputnik Italia, 1920, 15.06.2021
L'UE sospende i dazi in risposta a quelli statunitensi su acciaio e alluminio
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала