Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caltanissetta, morte di fame e povertà due sorelle di 50 anni: vivevano tra escrementi e immondizia

Caltanissetta - Sputnik Italia, 1920, 27.06.2021
Seguici su
Le due sorelle sono morte a distanza di poche ore l'una dall'altra, ritrovate in condizioni di estremo abbandono e degrado. Fra le ipotesi più probabili della morte il grave stato di malnutrizione e l'intenso caldo degli ultimi giorni.
Le hanno ritrovate sabato mattina, nell'appartamento che condividevano con l'anziana madre a Marianopoli, nel nisseno. Una era già priva di vita, l'altra in condizioni gravissime, è deceduta in ambulanza prima di arrivare all'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. L'ipotesi è che le due sorelle di 50 anni siano morte di stenti e miseria, per le gravi condizioni di abbandono e degrado in cui vivevano.
Quando i carabinieri sono entrati nell'abitazione, chiamati da alcune persone che avevano lanciato l'allarme, hanno ritrovato i corpi delle due donne tra rifiuti ed escrementi, in condizioni di estrema povertà. Anche la madre presenta i segni di grave malnutrizione.
Gli inquirenti ipotizzano che il caldo torrido degli ultimi giorni abbia peggiorato le condizioni di salute delle due sorelle, già provate dalla scarsa alimentazione. Secondo le testimonianze la famiglia viveva isolata, non aveva frequentazioni nel paese, specie da quando, dopo il primo lockdown, era venuto a mancare il padre.
"Famiglia schiva che partecipava solo alle funzioni religiose", ha commentato ai giornalisti il sindaco di Marianopoli Salvatore Noto. "Nessuno ci aveva mai segnalato la loro situazione di estremo degrado - prosegue - e cercheremo di capire perché si sia arrivati a una condizione simile".

Povertà in aumento al Sud

La pandemia da Covid-19 ha aggravato il livello di povertà assoluta del Paese, in cui versano 5,6 milioni di italiani, il 9,4% della popolazione, secondo quanto riferiscono le ultime rilevazioni Istat sull'anno 2020. Il Sud e le isole sono maggiormente colpiti dal fenomeno, con il 9,4% rispetto al 7,6% del Nord e il 5,4% del Centro.
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 07.06.2021
Covid, nel 2020 record di bimbi in povertà assoluta
La povertà colpisce anche i minori, che lo Stato non riesce a preservare da questa piaga. In totale sono 1,3 milioni i bambini che vivono in condizioni di povertà assoluta in Italia.
Ad aver alleviato la situazione, scrive l'Istat, le misure messe in campo a sostegno dei cittadini (reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, estensione della Cassa integrazione guadagni, ecc.) che hanno consentito alle famiglie in difficoltà economica - sia quelle scivolate sotto la soglia di povertà nel 2020, sia quelle che erano già povere - di mantenere una spesa per consumi non molto distante dalla soglia di povertà.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала