Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Fda mette in guardia su rare infiammazioni cardiache dovute ai vaccini Pfizer e Moderna

© Sputnik . Vladimir TrefilovLa siringa del vaccino americano Pfizer contro il Covid
La siringa del vaccino americano Pfizer contro il Covid - Sputnik Italia, 1920, 26.06.2021
Seguici su
L'Oms ha sottoposto ad uno studio il vaccino anti-Covid sviluppato da Pfizer/Biontech, dopo alcuni casi di miocarditi in Israele, tra pazienti giovani, e in Francia.
La Food and Drug Administration, l'agenzia statunitense di vigilanza del farmaco, ha aggiornato le avvertenze sugli effetti avversi dei vaccini mRna Pfizer/Biontech e Moderna, indicando nel bugiardino la possibile insorgenza dopo la somministrazioni di infiammazioni cardiache.
In particolare la segnalazione arriva per miocarditi e pericarditi verificatesi in seguito alla seconda dose di vaccino anti-covid, con l'insorgenza dei sintomi entro pochi giorni dopo la vaccinazione, ha affermato la FDA. Il rischio, tuttavia, appare molto basso e i benefici del vaccino restano superiori ai rischi del vaccino.
Alla data dell'11 giugno al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) sono oltre 1.200 i casi segnalati casi di miocardite e pericardite dopo la vaccinazione, su un totale di circa 300 milioni di dosi somministrate di vaccino mRna contro il Covid-19.
Vaccino Pfizer - Sputnik Italia, 1920, 02.05.2021
Francia, monitorati casi di miocardite dopo vaccinazione con Pfizer
I casi sembrano essere notevolmente più elevati nei maschi e avvengono per lo più nella settimana successiva alla seconda dose di vaccino. Il CDC ha identificato 309 ricoveri per infiammazione cardiaca in persone di età inferiore ai 30 anni, di cui 295 sono stati dimessi.
A metà giugno l'Organizzazione mondiale per la salute ha avviato un'indagine studio relativa ai dati su miocarditi avvenute dopo la somministrazione del siero di Pfizer.

"Siamo nella fase in cui stiamo indagando se la miocardite sia un segnale e un segno di esposizione al vaccino o sia una normale distribuzione nella popolazione", ha affermato il vicedirettore generale dell'Oms Mariangela Simao in conferenza stampa.

I casi di infiammazione cardiaca in concomitanza con la vaccinazione mRna sono stati osservati negli Stati Uniti, in Israele e Francia. Al momento, secondo quanto riporta Reuters, le aziende farmaceutiche non avrebbero rilasciato alcun commento.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала