Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Canada, Trudeau: "Il Papa dovrebbe scusarsi con gli indigeni sul territorio canadese"

© REUTERS / Carlos OsorioIl primo ministro canadese Justin Trudeau
Il primo ministro canadese Justin Trudeau - Sputnik Italia, 1920, 26.06.2021
Seguici su
Nelle scorse settimane era venuta alla luce la macabra scoperta di centinaia di tombe senza nome, rinvenute nei pressi di due ex scuole cattoliche per bambini indigeni strappati alle famiglie. Nelle sepolture trovati quasi mille corpi di bimbi anche di 3 anni d'età.
Per il premier canadese Justin Trudeau le scuse del Papa non sono sufficienti. Il Capo del Vaticano deve andare fino in Canada a porgere scusa alle popolazioni indigene per gli abusi e le violenze subite dai bambini nelle ex scuole cattoliche per residenti, dopo il ritrovamento di quasi mille corpi nei pressi di due istituti religiosi.
"Ho parlato personalmente direttamente con Sua Santità Papa Francesco per insistere su quanto sia importante non solo che si scusi, ma che si scusi con gli indigeni canadesi sul suolo canadese", ha detto Trudeau ai giornalisti a Ottawa, secondo quanto riporta Reuters.
All'inizio del mesi di giugno, Francesco aveva definito "sconvolgente" la notizia dei resti di 215 bambini rinvenuti in sepolture senza nome nei pressi della Kamloops Indian Residential School, circa due settimane prima. Il Pontefice, in quell'occasione, aveva invocato la collaborazione delle autorità religiose e canadesi per far luce sulla macabra scoperta.
"So che la leadership della chiesa cattolica sta cercando e molto attivamente impegnata in quali passi possono essere compiuti", ha affermato Trudeau. "Ho sentito direttamente da molti cattolici in questo paese che vogliono vedere la chiesa svolgere un ruolo positivo in questo", ha aggiunto.

L'orrore nelle scuole per bambini indigeni

A fine maggio sono stati rinvenuti in Canada i resti di 215 bambini, alcuni di 3 anni, sepolti in tombe anonime nei pressi dell'ex scuola religiosa di Kamloops per i residenti indigeni. Dopo circa un mese circa 751 tombe non contrassegnate sono state trovate nel sito della Marieval Residential School nel Saskatchewan.
Un rapporto della commissione federale canadese ha definito quello perpetrato dalle scuole cattoliche per indigeni un vero e proprio genocidio culturale sulle popolazioni indigene del Canada.
Il sistema scolastico residenziale, attivo tra il 1831 e il 1996, ha rimosso circa 150.000 bambini indigeni dalle loro famiglie e li ha portati in scuole residenziali cristiane, per lo più cattoliche, gestite per conto del governo federale
Bambina nativa americana - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
Altra macabra in Canada: centinaia di tombe ignote scoperte in ex scuola indigena

L’indagine riparatrice della chiesa canadese

Le diocesi del Canada 5 anni fa avevano pubblicato un rapporto di 4 mila pagine voluto da Papa Francesco sul quale si provava a gettare luce sull’orrore vissuto da questi bambini. Dalle indagini interne e principalmente storiche, risulterebbe che 3.200 bambini sono morti per maltrattamenti e negligenza. Ora sono stati ritrovati i primi 215 resti, ma bisognerà trovare anche quelli degli altri.
Anche il governo canadese è coinvolto in questa opera di ristabilimento della dignità. Sarà difficile che qualche responsabile possa pagare dal momento che si tratta di fatti avvenuti al più tardi entro il 1978, ma perpetrati sin dalla fine del 1800.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала