Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sconfinamento nave in Crimea, per diplomatico russo Usa e Gb cercano di provocare conflitto

© Sputnik . Natalia Seliverstova / Vai alla galleria fotograficaVista su Cremlino e ministero degli Esteri russo
Vista su Cremlino e ministero degli Esteri russo - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna cercano di provocare un conflitto con le loro azioni sul caso dello sconfinamento del cacciatorpediniere britannico HMS Defender nel Mar Nero, ha sostenuto oggi il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.
Ha sottolineato che le registrazioni diffuse pubblicamente dall'Fsb tra il comando della nave della guardia costiera russa e il comando del cacciatorpediniere britannico "non solo mettono i puntini sulle i, ma stroncano sul nascere i tentativi maliziosi di alti funzionari a Londra e alcuni rappresentanti dell'amministrazione statunitense di distorcere l'essenza di quanto accaduto".
Da queste comunicazioni "è chiaramente udibile", ha aggiunto Ryabkov, che il cacciatorpediniere britannico era stato avvertito del fuoco d'avvertimento di artiglieria se non avesse cambiato rotta.
"Poi sono stati sparati i corrispondenti colpi", ha detto a margine della conferenza internazionale "Minacce globali alla sicurezza biologica. Problemi e soluzioni".
Il viceministro ha sottolineato che il motivo di ciò che sta accadendo è che "i colleghi di Washington e Londra non si limitano a negare la realtà, ma smentiscono la vita", non riconoscendo che la Crimea è un territorio della Russia.

"Stanno cercando con le loro azioni di surriscaldare il clima, di provocare un conflitto. Ciò è completamente contrario alle norme del diritto internazionale, indipendentemente da ciò che dice al microfono il comandante o l'assistente del cacciatorpediniere Defender, quando lui, in risposta agli avvertimenti della nave di pattugliamento russa, borbotta che la nave della Marina britannica sta navigando su una rotta riconosciuta a livello internazionale, nelle acque territoriali dell'Ucraina, e quindi 'osserva il diritto internazionale'. Non acque dell'Ucraina, sono le acque territoriali della Federazione Russa", ha riassunto Ryabkov.

 Британский патрульный корабль «Трент» - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
Mosca avverte di gravi conseguenze in caso di provocazioni simili alla HMS Defender
Mercoledì 23 giugno il cacciatorpediniere britannico HMS Defender ha attraversato il confine marittimo della Russia ed è entrato nel suo territorio per tre chilometri in prossimità di Capo Fiolent, in Crimea.
Secondo il ministero della Difesa, la nave di confine ha aperto fuoco di avvertimento e un caccia Su-24M ha lanciato bombe a salve in direzione del cacciatorpediniere.
Royal Navy - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
Fsb russo diffonde video con sconfinamento nave britannica nel Mar Nero
A sua volta Londra ha affermato che la nave da guerra stava effettuando un passaggio pacifico attraverso le acque territoriali dell'Ucraina in conformità con il diritto internazionale. Inoltre hanno smentito che contro il cacciatorpediniere sono stati sparati colpi d' avvertimento. Secondo il primo ministro britannico Boris Johnson, il passaggio attraverso il Mar Nero era "abbastanza appropriato".
In relazione all'incidente, il ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatrice britannica a Mosca Deborah Bronnert per esprimere forte protesta per quanto accaduto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала