Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Effetto Covid anche sugli scioperi: dimezzati nel 2020

© Foto : Marco Minna © Agenzia NovaDisagi causati dallo sciopero del trasporto pubblico
Disagi causati dallo sciopero del trasporto pubblico - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
Presentando la relazione annuale lo ha riferito Giuseppe Santoro-Passarelli, il presidente della Commissione di garanzia sugli scioperi.
La pandemia di Covid e le sue conseguenze, in particolare il blocco dei licenziamenti e la moratoria sulle agitazioni dei lavoratori tra febbraio e aprile 2020, ha ridotto drasticamente il numero degli scioperi in Italia nel 2020 rispetto al 2019.

"Nel 2020, nei servizi pubblici essenziali sono stati proclamati 1.473 scioperi, erano stati 2.346 nel 2019", ha detto Giuseppe Santoro-Passarelli, citato da Askanews.

Tuttavia concretamente gli scioperi effettuati sono stati ancora meno dei 1.473 proclamati a seguito dell'intervento delle autorità o per revoche spontanee degli stessi organizzatori.
"La Commissione è intervenuta, preventivamente, su circa 300 scioperi per segnalare delle illegittimità e tali indicazioni preventive hanno avuto un tasso di riscontro di circa il 90%. Così, oltre al pregiudizio ai diritti costituzionali dei cittadini, si è risparmiato al Paese anche un alto tasso di incidenza, economica che deriva dall’impatto dello sciopero sulle attività produttive."
Una riduzione temporale degli scioperi indetti dai cosiddetti sindacati di base è stata rilevata complessivamente nel pubblico e nel privato.
"Meno frequenti gli scioperi generali nazionali di tutte le categorie pubbliche e private, oggetto di numerose proclamazioni da sindacati cosiddetti ‘di base’, seppur concentrate in 4 giornate, nell’anno in esame, rispetto alle 14 del 2019."
Anche nei singoli servizi pubblici essenziali l'agitazione dei lavoratori si è di fatto dimezzata, anche nel settore delicato e sensibile ai disagi degli scioperi del trasporto pubblico.
"...Quello del Traporto pubblico cittadino, ha registrato 160 scioperi, rispetto ai 250 del 2019. La conclusione del periodo di moratoria ha prodotto il riavvio di tutte quelle vertenze a carattere locale che erano state sospese. Come si è detto, la Commissione ha esercitato una capillare attività di “moral suasion” verso le parti sociali, in ragione del contesto di emergenza sociale che, di per sé, amplia i disagi per i cittadini e i lavoratori stessi, attività che ha avuto ampio riscontro con la revoca degli scioperi o la riduzione della durata".
Ricordiamo che in Italia la situazione epidemiologica del Covid è nettamente migliorata, con contagi e ricoveri ospedalieri in costante calo parallelamente al proseguimento della campagna vaccinale. Dal 28 giugno non sarà più obbligatorio indossare la mascherina all'aperto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала