Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Capo di Stato Maggiore Gb su incidente nel Mar Nero: rischio di "escalation ingiustificata"

© AP Photo / Steve Parsons/PA, FileIl capo dello Stato Maggiore dell'Esercito del Regno Unito Nick Carter
Il capo dello Stato Maggiore dell'Esercito del Regno Unito Nick Carter  - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
I commenti del capo di Stato Maggiore britannico arrivano dopo l'incidente di mercoledì scorso che ha coinvolto l'HMS Defender. La nave ha sconfinato nelle acque russe al largo della Crimea mentre navi militari e caccia russi erano stati attivati per costringere la nave ad allontanarsi dal confine.
L'incidente di mercoledì nel Mar Nero avrebbe potuto creare il rischio di "un'escalation ingiustificata", ha affermato il capo di stato maggiore dell'esercito britannico, il generale Nick Carter, avvertendo che un singolo errore di calcolo nel gioco del "gatto e topo" con la Russia potrebbe portare ad una "guerra su larga scala".
"La cosa che mi tiene sveglio a letto la notte è un errore di calcolo che deriva da un'escalation ingiustificata. Il tipo di cosa che abbiamo visto nel Mar Nero mercoledì è il genere di cosa da cui potrebbe scaturire. Non avrebbe funzionato in quell'occasione, ma è il tipo di cosa a cui bisogna pensare molto", ha detto il generale, parlando al Times in un'intervista pubblicata venerdì.
Carter ha continuato a descrivere l'episodio del Mar Nero come un "classico esempio della battaglia di narrazioni" e ha suggerito che "la giuria è fuori da chi ha vinto quella battaglia".
Il generale 62enne Nick Carter è capo dello Stato Maggiore dell'esercito britannico dal 2018. Ha ripetutamente espresso preoccupazione per il fatto che l'esercito britannico sia "rimasto indietro" sui potenziali avversari, tra cui Russia e Cina, e ha affermato che il Paese era sotto attacco da parte di cyberattori provenienti da Russia ed altri Paesi su base giornaliera. Il mese scorso, ha ribadito le sue affermazioni sulla "minaccia russa" alla Gran Bretagna, accusando Mosca di "mostrare i muscoli nel cortile di casa della Gran Bretagna", sullo sfondo delle affermazioni di Londra sul presunto dispiegamento di sottomarini russi "ficcanaso" che circondano la Gran Bretagna.
Mercoledì 23 giugno il cacciatorpediniere britannico HMS Defender ha attraversato il confine marittimo della Russia ed è entrato nel suo territorio per tre chilometri in prossimità di Capo Fiolent, in Crimea.
Secondo il ministero della Difesa, la nave di confine ha aperto fuoco di avvertimento e un caccia Su-24M ha lanciato bombe a salve in direzione del cacciatorpediniere.
A sua volta Londra ha affermato che la nave da guerra stava effettuando un passaggio pacifico attraverso le acque territoriali dell'Ucraina in conformità con il diritto internazionale. Inoltre hanno smentito che contro il cacciatorpediniere sono stati sparati colpi d' avvertimento. Secondo il primo ministro britannico Boris Johnson, il passaggio attraverso il Mar Nero era "abbastanza appropriato".
In relazione all'incidente, il ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatrice britannica a Mosca Deborah Bronnert per esprimere forte protesta per quanto accaduto.

Possibile incidente premeditato

Ieri alcune fonti informate anonime hanno riferito al Telegraph che la provocazione del Mar Nero è stata pianificata in anticipo e approvata lunedì dal premier Boris Johnson. Secondo quanto riferito, l'idea è nata ed è stata pianificata dal segretario alla Difesa Ben Wallace, mentre il ministro degli Esteri Dominic Raab si è opposto per il timore che Mosca potesse "cercare di trarre vantaggio" dall'incidente in qualche modo. I militari ed i funzionari russi hanno fatto proprio questo, evidenziando la contorta narrativa di Londra sugli eventi e diffondendo al pubblico prove a sostegno delle sue affermazioni.
Oggi il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, ha ipotizzato che "l'epico fiasco della provocazione" della Gran Bretagna di mercoledì si sarebbe rivelato una "macchia sulla reputazione della Marina reale britannica" per molti anni in futuro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала