Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Calenda contro i 5Stelle: "Andrebbero cancellati dalla storia politica italiana"

© AFP 2021 / Alberto PizzoliCarlo Calenda
Carlo Calenda  - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
Il candidato sindaco di Azione, Carlo Calenda, ospite di Stasera Italia, su Rete 4, spara a zero sui grillini: "Hanno preso in giro milioni di italiani aggrappandosi alle poltrone".
“I grillini? Vanno cancellati dalla storia politica italiana, li considero un branco di scappati di casa di proporzioni cosmiche che hanno appestato l’Italia dicendo idiozie”. Non le manda a dire il candidato sindaco di Azione, Carlo Calenda, che giovedì sera, ospite del programma di approfondimento politico di Rete 4, Stasera Italia, si è scagliato contro il M5S.
L’ex ministro accusa il partito di Grillo di aver “fatto una cosa imperdonabile”. “Hanno preso in giro milioni di italiani raccontandogli che avrebbero fatto cose che poi non hanno fatto, aggrappandosi alle poltrone nel modo più spregiudicato del mondo”, sbotta Calenda. E chiosa senza usare mezzi termini: “Penso che l'unica cosa che vada fatta è annichilirli politicamente”.
Soltanto un paio di giorni fa, su Twitter, andava in scena un duro botta e risposta con la sindaca Virginia Raggi. Il leader di Azione ha attaccato la prima cittadina grillina per un post in cui annunciava l’erogazione da parte del Campidoglio di 45 pratiche di microcredito “per far ripartire la città ed aiutare a sostenere il tessuto socio-economico di Roma".

Il confronto con la Raggi

“Un sindaco che festeggia 45 pratiche in una città di quasi tre milioni di abitanti fa solo uno spot elettorale sulla pelle di chi soffre”, accusa Calenda.
La Raggi ha subito replicato all’ex ministro. “Dietro prime 45 pratiche microcredito erogate – ha scritto in un tweet - ci sono famiglie, persone che avevano perso lavoro causa Covid. Siamo fieri di averle aiutate. Il lavoro è la priorità. Non per te, forse. In tanti ricordiamo tuoi fallimenti da ministro: Ilva, Mercatone Uno, Alitalia”.
“Se vuoi parlare di politica industriale sono qui. Ricordo che al Mise vennero cento imprese per un confronto con te e neanche ti presentasti”, ha ribattuto il leader di Azione. Poi spara a zero sull’operato della sindaca:
“Hai mandato una città fuori controllo. Spazzatura, autobus che si incendiano, degrado. La società addetta alle sepolture, di cui sei azionista unico, non riesce neanche a rispondere alle famiglie. Non parlare di sofferenza. Prova a darci un sollievo. Vai a casa, da sola, subito”.
Infine, la richiesta da parte di Calenda di un confronto: “Domani mattina una bella diretta Facebook insieme. Tu chiedi conto a me del mio operato da Ministro e io a te di quello da sindaco”. La Raggi, però, lascia cadere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала