Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Britney Spears si scusa con i suoi fan per aver "finto di essere stata bene negli ultimi due anni"

© REUTERS / Mario AnzuoniManifestazione a sostegno di Britney Spears
Manifestazione a sostegno di Britney Spears - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
Britney Spears ha fornito la sua prima dichiarazione pubblica dopo l'udienza che potrebbe porre fine a 13 anni di tutela "abusante" di suo padre, rivelando che "si vergognava di condividere quello che le è successo" e che la sua vita è ben lungi dall'essere "una favola".

"Ragazzi, voglio dirvi un piccolo segreto. Penso che tutti noi vogliamo vivere in una favola e, se guardate i miei post, la mia vita sembra essere piuttosto sorprendente", ha dichiarato la Spears.

Tuttavia la cantante sottolinea che ora non vuole che i suoi fan pensino che la sua vita sia perfetta "perché sicuramente non lo è affatto".

"Se avete letto di me nei telegiornali di questa settimana, saprete benissimo che non lo sono! Chiedo scusa per aver fatto finta di stare bene negli ultimi due anni, l'ho fatto per orgoglio e perché mi vergognavo di condividere quello che mi è successo", ha continuato la Spears.

Allo stesso tempo, confessa che pubblicare post divertenti e positivi su Instagram l'ha aiutata a "sentire che contava nonostante quello che stesse succedendo".
La famosa cantante è da 13 anni sotto la tutela legale del padre, James Spears, a causa di presunti problemi mentali. Il 24 giugno ha presentato una petizione a un tribunale di Los Angeles per porre fine alla tutela, che considera "abusiva" e "assurda".
"Ho detto al mondo che sto bene e sono felice. Ma sono traumatizzata. Non sono felice, non riesco a dormire", ha testimoniato.
La cantante ha anche affermato che le è stato prescritto il litio - un farmaco usato per trattare il disturbo bipolare - contro la sua volontà. Inoltre le è proibito andare dal medico per rimuovere il dispositivo intrauterino installato nel suo corpo, per via del quale non può avere figli.
"Mio padre dovrebbe essere in prigione", dice l'interprete di 'Toxic'.
Mentre il giudice non ha ancora revocato la tutela e ha dichiarato che Britney deve presentare un'altra petizione, ha elogiato il "coraggio" della cantante.
Al momento non si sa quando sarà la prossima udienza.
La Spears ha affrontato problemi di salute mentale, nonché dipendenza da droghe e alcol, nei primi anni 2000. Il padre dell'artista ha assunto il ruolo di suo tutore legale nel 2008. Da allora, ha il diritto di controllare la sua proprietà e la sua vita nonostante la forte opposizione di Britney. In particolare, la cantante non può vedere i suoi due figli, guidare, visitare un salone di bellezza senza il suo permesso e persino andare da sola con il fidanzato in macchina. Nell'agosto 2020 l'interprete ha presentato istanza di revoca della tutela, ma in quell'occasione ha perso la causa.
La cantante statunitense Britney Spears - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
"Traffico sessuale", farmaci forzati e birth control: Britney Spears contro la tutela
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала