Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Banca d’Italia, il ‘business della pandemia’ ha fruttato 8 miliardi: dentro anche politici

© U-MaskMascherine U-Mask
Mascherine U-Mask - Sputnik Italia, 1920, 25.06.2021
Seguici su
Il business delle mascherine ha fruttato davvero molto a chi ha subito fiutato l'affare. Ma la Banca d'Italia non è rimasta a guardare e ha analizzato migliaia di segnalazioni di operazioni finanziarie a rischio.
L'Unità di informazioni finanziaria (Uif) della Banca d'Italia ha studiato il “business della pandemia” che ha permesso a chi lo ha saputo fare di arricchirsi in breve tempo importando mascherine e altri dispositivi di protezione effettuando triangolazioni e salti mortali finanziari, per accaparrarsi fondi non dovuti o per smerciare a prezzi gonfiati dispositivi sanitari che in altre condizioni storiche avrebbero fruttato ben poco.
Alcune inchieste sono in corso, come quella a Udine sulle mascherine contraffatte vendute alla struttura Commissariale per l’emergenza sanitaria quando era a capo Domenico Arcuri. Milioni di mascherine destinate ai medici e ai sanitari in prima linea ma in seguito risultate non a norma con le leggi europee e italiane, quindi sequestrate. Un danno anche erariale non trascurabile.
Secondo quanto riportato da Il Messaggero, le segnalazioni giunte alla Uif della Banca d’Italia e le indagini condotte in autonomia, hanno portato alla scoperta anche di politici coinvolti nel business della pandemia.
In totale alla Banca d’Italia sono giunte 2.277 segnalazioni per un valore complessivo di operatività sospetta pari a 8,3 miliardi di euro.
Microscopio elettronico - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2021
Svizzera e Oms istituiranno una banca per lo scambio dei nuovi virus
L’80% delle segnalazioni ha riguardato la compravendita di mascherine e altri dispositivi sanitari destinati alla protezione contro il coronavirus. In una seconda fase si è aggiunto l’erogazione e l’utilizzo incongruo di finanziamenti garantiti o contributi a fondo perduto.
Le segnalazioni sono passate agli organi investigativi e il 64% ha ricevuto un feedback positivo.

I tentativi di frode

281 segnalazioni sulle 2.277 valgono ben 5 miliardi di euro sugli 8,3 miliardi segnalati. Queste sono le operazioni che si è scoperto essere tentativi di frode sui finanziamenti pubblici del governo messi a disposizione delle imprese per sostenerle durante i periodi di forzata chiusura dell’attività.
Queste operazioni sono state “prospettate” ha spiegato l’Uif e mai effettivamente eseguite, a riprova che i meccanismi di prevenzione hanno funzionato da deterrente.

La corsa agli sportelli in piena pandemia

Durante la pandemia, in particolare nelle fasi più cruente, le banche commerciali hanno segnalato alla Banca d’Italia prelievi di contante per somme importanti.
Probabilmente la paura della pandemia ha scatenato fobie in alcuni cittadini che hanno ritirato somme di denaro eccessivamente più alte rispetto ai consueti prelievi di contante e questo ha fatto scattare la segnalazione all’Uif.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала