Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Boris Johnson su incidente nel Mar Nero: "ricordo tempi quando rapporti erano peggiori con Russia"

© REUTERS / HANNAH MCKAYBoris Johnson
Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 24.06.2021
Seguici su
Per il premier britannico "appropriato" usare acque internazionali e transitare su "acque ucraine".
Sullo sfondo dell'incidente del cacciatorpediniere britannico nel Mar Nero, il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato di ricordare tempi in cui le relazioni con la Russia erano molto peggiori, riferisce Bloomberg.
Ieri il ministero della Difesa russo ha annunciato che il cacciatorpediniere britannico HMS Defender ha attraversato il confine russo vicino a Capo Fiolent (punta meridionale della Crimea - ndr). Successivamente una nave militare russa di pattugliamento ha sparato colpi di avvertimento e un caccia Su-24M ha bombardato a salve lungo la rotta del cacciatorpediniere.
Il ministero della Difesa britannico e il governo hanno affermato che il cacciatorpediniere non è stato colpito e non si trovava nelle acque territoriali russe. La parte britannica insiste sul fatto che la nave ha effettuato un passaggio pacifico attraverso le acque territoriali dell'Ucraina in conformità con il diritto internazionale. Inoltre il ministero della Difesa britannico ha affermato che la Russia stava conducendo esercitazioni di tiro nel Mar Nero e aveva avvertito in anticipo la "comunità marittima" delle sue azioni. La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha definito la reazione di Londra alla situazione con il cacciatorpediniere britannico "una bugia sfacciata".
"Ricordo momenti della mia vita in cui tutto era molto peggio", Bloomberg cita la risposta di Johnson alla domanda se l'incidente sia un nuovo punto basso nelle relazioni con la Federazione Russa.
Johnson ha sostenuto che il passaggio del cacciatorpediniere britannico in questo tratto del Mar Nero era "abbastanza appropriato".
"Si tratta di questioni del ministero della Difesa, ma se volete conoscere il mio punto di vista, utilizzare acque internazionali è abbastanza appropriato. Queste sono acque ucraine, ed era assolutamente giusto utilizzarle per il passaggio dal punto A al punto B", ha detto Johnson.
Nella giornata di ieri l'ambasciatore russo in Gran Bretagna Andrey Kelin ha dichiarato in un'intervista al canale britannico Channel 4 che l'HMS Defender aveva invaso le acque territoriali russe in violazione degli accordi internazionali e non ha risposto agli avvertimenti. Secondo l'ambasciatore, la nave è entrata nelle acque russe a tre chilometri di distanza e non ha risposto agli avvertimenti ripetuti ogni dieci minuti. Kelin considera le azioni dell'equipaggio della nave una chiara violazione delle disposizioni dell'accordo del 1986 sulla prevenzione degli incidenti in mare, che impone alle navi di rispondere agli avvisi.
Anche se il ministero della Difesa britannico respinge la versione della Russia sull'incidente, affermando che si è trattato di un passaggio pacifico e che non sono stati sparati colpi di avvertimento, la Bbc ha pubblicato un video del cacciatorpediniere in contrasto con le dichiarazioni ufficiali di Londra.
Un corrispondente della Bbc che era stato invitato a bordo della nave prima dell'incidente ha detto di aver visto oltre 20 aerei militari, che si potevano anche sentire nel filmato, e due mezzi della guardia costiera russa che seguivano la nave britannica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала