Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vuoi "vedere" con le tue orecchie? Puoi impararlo in 10 settimane

CC0 / / Orecchie
Orecchie - Sputnik Italia, 1920, 23.06.2021
Seguici su
Sappiamo tutti che alcuni animali, come pipistrelli e delfini, utilizzano l'ecolocalizzazione per navigare e trovare cibo al buio. Gli scienziati hanno scoperto che anche gli esseri umani hanno questa capacità, anche se abbiamo ancora bisogno di un po' di pratica per apprenderla.
L'ecolocalizzazione si verifica quando un animale emette un suono che, urtando una superficie, produce un'eco che permette di calcolare la distanza dall'oggetto e le sue dimensioni.
Un nuovo studio, condotto da un team di ricercatori dell'Università di Durham, nel Regno Unito, mostra che siamo dotati anche di questo sesto senso.
Durante l'esperimento 26 volontari di età compresa tra 21 e 79 anni, sia non vedenti sia ipovedenti, per 10 settimane hanno imparato a navigare in labirinti virtuali costituiti da intersezioni a forma di U e T e corridoi a zigzag. Dovevano anche identificare le dimensioni e la posizione di oggetti diversi facendo clic con la lingua.
Diverse settimane dopo, i partecipanti hanno preso parte a un sondaggio in cui hanno raccontato come la formazione abbia influenzato la loro vita quotidiana.
La maggior parte dei volontari - sia ciechi sia vedenti - ha affermato che li ha aiutati a migliorare significativamente la loro mobilità e l'indipendenza generale.
È interessante notare che alcune persone vedenti hanno mostrato risultati persino migliori rispetto ai non vedenti.
Anche l'età dei partecipanti non ha influito sulla loro capacità di apprendere l'insolita tecnica.
Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista accademica 'PLOS ONE', ritengono che questo metodo possa contribuire alla riabilitazione di chi ha già perso o sta appena cominciando a perdere la vista.
"Siamo molto entusiasti e crediamo che avrebbe senso fornire informazioni e insegnare l'ecolocalizzazione basata sui clic a persone che hanno ancora una buona salute degli occhi ma si prevede che perderanno la vista in seguito a una condizione degenerativa progressiva", spiega l'autore principale di lo studio, Lore Thaler.
Gli scienziati sottolineano che non tutte le persone accetteranno di utilizzare la tecnica nei luoghi pubblici, poiché esiste ancora "uno stigma associato all'uso di questo suono in contesti sociali".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала