Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Delta, Bassetti: "Paura per i non vaccinati"

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 23.06.2021
Seguici su
L'esperto ha invitato ancora una volta a completare il ciclo vaccinale, soprattutto per proteggersi dalle nuove varianti, in particolare dalla Delta, recentemente rinvenuta nel paese e già fonte di preoccupazione.
Il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino di Genova, è intervenuto alla trasmissione Tagadà su La7 per parlare della variante Delta del coronavirus.
"Ho molta paura per la variante Delta sui non vaccinati. Il rischio è avere forme più aggressive del virus", ha detto.
L'esperto ha aggiunto anche che, nonostante le aspettative più ottimiste riguardo all'immunizzazione del 70% della popolazione, questo numero potrebbe non essere più sufficiente a fronte della nuova variante, ipotizzando che serva almeno l'80-90% dei vaccinati per essere al sicuro.

"La mia paura è per quel 20% che non si vuole o non si può vaccinare. Avremo casi in autunno, è fisiologico. I numeri della pandemia ora sono molto buoni, ma sono preoccupato perché non bisogna pensare ad un 'liberi tutti'", ha continuato Bassetti. "È facile vaccinarsi quando la pandemia è in fase di espansione, più difficile farlo ora ma è necessario per affrontare le varianti".

Particolare attenzione si sta rivolgendo alla variante Delta plus, una nuova ulteriore mutazione del ceppo identificato per la prima volta: adesso il virus potrebbe addirittura essere resistente alle cure con gli anticorpi.
Inoltre, la variante Delta e Delta plus sono ora considerate “Variant of concern” (Voc), ovvero ceppi particolarmente preoccupanti in quanto non solo più resistenti alle cure, ma anche con un livello virale molto più alto e quindi più facilmente trasmissibili.
La Delta plus sarebbe già presente anche in Portogallo, Regno Unito, Svizzera, Giappone, Polonia, Nepal, Russia ed altri Paesi, oltre alla Cina.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала