Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Risolto mistero astrofisico durato decenni sui "lampi gamma"

© NASAEsplosione raggi gamma
Esplosione raggi gamma - Sputnik Italia, 1920, 23.06.2021
Seguici su
Un team di ricercatori ha utilizzato il Liverpool Telescope robotico completamente automatizzato e il nuovo polarimetro RINGO3 per risolvere il mistero. Allo stesso tempo hanno anche dimostrato che l'esplosione è probabilmente alimentata dal collasso di campi magnetici ordinati nei primi momenti della formazione di un nuovo buco nero.
Un team internazionale di ricercatori, guidati dagli astrofisici dell'università di Bath, dopo aver misurato il campo magnetico in un lontano lampo gamma (noto anche come gamma ray burst), ha confermato per la prima volta una previsione teorica vecchia di decenni. Il team ha scoperto che il campo magnetico in queste onde d'urto viene rimescolato dopo che il materiale espulso urta contro se stesso e colpisce il mezzo circostante.
Quando una stella massiccia muore in un'esplosione catastrofica, alimenta un'onda d'urto e quel che resta del nucleo dà origine ad un buco nero. Questi eventi estremamente energetici espellono il materiale a velocità prossime a quelle della luce e generano lampi gamma luminosi e di breve durata che possono essere rilevati dai satelliti in orbita attorno alla Terra. Queste intense emissioni sono chiamate lampi gamma (GRB).
"Abbiamo misurato una proprietà speciale della luce, la polarizzazione, per sondare direttamente le proprietà fisiche del campo magnetico che alimenta l'esplosione. Questo è un ottimo risultato e risolve un enigma di lunga data di queste esplosioni cosmiche estreme, un enigma che ho studiato per molto tempo", ha detto ai media la professoressa Carole Mundell, docente di Astrofisica dell'università di Bath. È interessante notare che il team della Mundell è stato il primo a scoprire pochi minuti dopo l'esplosione la luce altamente polarizzata, che ha confermato la presenza di campi magnetici primordiali con strutture su larga scala.
E' stato inoltre dimostrato che l'esplosione di raggi gamma è stata probabilmente generata dal collasso di campi magnetici ordinati durante il periodo iniziale della formazione di un nuovo buco nero, e il misterioso rilevamento della polarizzazione effettuato da un un team di ricercatori giapponese potrebbe essere spiegato dall'apporto di luce polarizzata dal campo magnetico primordiale prima di essere distrutto dall'esplosione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала