Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Intercettato da caccia russo aereo di ricognizione americano nel Mare di Okhotsk

© Sputnik . Vitaliy Timkiv / Vai alla galleria fotograficaМногоцелевой истребитель Су-27
Многоцелевой истребитель Су-27 - Sputnik Italia, 1920, 23.06.2021
Seguici su
Un caccia russo Su-30SM ha intercettato oggi un aereo da ricognizione statunitense sul mare di Okhotsk, ha comunicato il ministero della Difesa russo.
"Per identificare il velivolo e prevenire la violazione del confine di stato della Federazione Russa, un caccia Su-30SM delle forze di difesa aerea del Distretto Militare Orientale è stato fatto decollare. L'equipaggio del caccia russo ha identificato il velivolo come l'aereo da ricognizione strategica RC-135 dell'aviazione statunitense e l'ha scortato sulle acque del Mare di Okhotsk", ha riferito ai giornalisti il ​​ministero della Difesa russo.
Dopo che l'aereo da ricognizione statunitense si è allontanato dal confine, il caccia russo è tornato alla sua base. Non c'è stato alcun sconfinamento.
Il volo del caccia russo è stato effettuato nel rigoroso rispetto delle norme internazionali, ha aggiunto il ministero.
All'inizio della giornata i sistemi radar russi avevano rilevato un bersaglio aereo che si avvicinava verso i confini nazionali sul Mare di Okhotsk.
Sempre oggi era stato segnalato dal ministero della Difesa russo uno sconfinamento da parte di un cacciatorpediniere britannico nel Mar Nero, che ha costretto le unità navali russe ad aprire fuoco d'avvertimento.
I militari russi denunciano regolarmente i tentativi degli aerei e dei droni della Nato di testare le frontiere navali nazionali e lo spazio aereo russi, con aerei russi che vengono fatti decollare ogni volta che unità militari di potenze straniere si avvicinano in prossimità dei confini.
Il ministero della Difesa russo ha segnalato di migliaia di avvicinamenti di aerei di ricognizione marittima e aerea lungo i confini della Russia nell'Artico, nel Mar Baltico e nel Mar Nero e nell'Estremo Oriente russo negli ultimi anni, con operazioni di spionaggio in blocco integrate da regolari esercitazioni Nato e statunitensi e dislocazione di truppe vicino ai confini della Russia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала