Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il dilemma di Banksy: Rivelare l’identità o rinunciare ai diritti d’autore?

© AFP 2021 / Thomas Coex Two men are sitting in front of a famous graffiti of British street artist Banksy, painted on a wall of a gas station in the West Bank city of Bethlehem on December 16, 2015.
Two men are sitting in front of a famous graffiti of British street artist Banksy, painted on a wall of a gas station in the West Bank city of Bethlehem on December 16, 2015.  - Sputnik Italia, 1920, 23.06.2021
Seguici su
Il leggendario artista di strada Banksy ha lanciato un'offerta legale per proteggere le sue opere dalle leggi sui marchi in Australia per impedire che la sua arte venga copiata illegalmente. Tuttavia, come già successo in Europa, l’artista rischia di non poter difendere adeguatamente i propri interessi senza rivelare la propria identità.
A parte le indubbie capacità tecniche e le ancora più raffinate intuizioni satiriche, critiche e di costume, una delle armi vincenti dell’artista di strada noto con lo pseudonimo di Banksy, è sempre stato l’alone di mistero garantitogli dall’anonimato.
Ma la sua identità misteriosa potrebbe ora creargli seri problemi riguardo al diritto d’autore.
Banksy ha infatti presentato una domanda per proteggere legalmente i suoi capolavori Love is in the Air e Girl with Balloon in Australia, tramite lo studio legale Bennett & Co. di Perth nel 2019, secondo quanto riportato dal Sydney Morning Herald. La domanda è stata accolta ad aprile ed è ora in attesa di registrazione dopo che il termine di due mesi per la presentazione dell'opposizione scade il 29 giugno.
Tuttavia, non è chiaro se il suo tentativo di coprire le sue opere con un marchio avrà successo, poiché un'azione simile avviata nell'UE è fallita.
In particolare, un tribunale europeo per la proprietà intellettuale ha sottolineato che un diritto d'autore - che una volta Banksy ha detto essere "per i perdenti", come la Corte si è assicurata di menzionare nella sua sentenza - richiede che sia rivelata l'identità del ricorrente.
Inoltre, Tim Golder, un esperto di proprietà intellettuale di Melbourne, ha detto al Sydney Morning Herald che, secondo le leggi australiane, anche Banksy dovrà rassegnarsi a dichiarare la propria identità se vorrà vincere la causa e veder difesi i suoi diritti intellettuali.
“È la persona giuridica titolare del diritto a dover avanzare la pretesa. Non puoi uscirne", ha detto Golder al giornale australiano.
L'avvocato ha aggiunto che Banksy "si è messo in un angolo": è improbabile che la registrazione del solo marchio possa impedire di copiare le sue opere d'arte.
Le opere satiriche dell'artista di strada con sede in Inghilterra, che appaiono su superfici pubblicamente visibili in tutto il mondo, lo hanno reso un fenomeno mondiale. La popolarità di Banksy è stata anche accresciuta dalla sua personalità enigmatica - fino ad oggi, non si sa chi sia l'artista, portando a numerose speculazioni sulla sua identità.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала