Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Recovery plan italiano promosso. Oggi von der Leyen a Roma incontra Draghi

© AP Photo / Jean-Francois BadiasIl presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen
Il presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen  - Sputnik Italia, 1920, 22.06.2021
Seguici su
La presidente della Commissione Europea a Roma per consegnare la promozione sul Recovery plan italiano. Il presidente del Consiglio la accoglierà in un luogo significativo.
L’Italia è promossa, almeno lo è il suo Piano nazionale di recupero e resilienza (Pnrr). La Commissione Europea lo ha approvato come ha già fatto con quello portoghese, spagnolo e greco la settimana scorsa.
La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, a breve giungerà a Roma per consegnare la “pagella” all’Italia nelle mani del presidente del Consiglio Mario Draghi, il quale la accoglierà negli studios cinematografici di Cinecittà.
La cerimonia di consegna dell’attestato che sancisce l’approvazione del Recovery plan italiano avverrà nello Studio 5 che fu dell’indimenticabile regista Federico Fellini.

La pagella dell’Italia

Sugli undici capitoli di cui si compone il Pnrr italiano, la Commissione ha assegnato dieci A all’Italia.
E il giudizio scritto che viene dato al nostro Piano è questo: “Rappresenta una risposta bilanciata e completa alla situazione economica e sociale”.
Inoltre il Pnrr italiano “contribuisce in maniera efficace ad affrontare le sfide identificate dalle raccomandazioni” della Commissione e “rafforza il potenziale di crescita, la creazione di posti di lavoro, e la resilienza economica, sociale ed istituzionale”, come riporta l’Ansa.
Ma l’Italia viene promossa anche per il meccanismo anti-frodi e corruzione messo in campo. Del resto l’Italia si è dotata di una Autorità dedita a questa tipologia di reati nelle gare di appalto pubbliche: l’Anac.
Inoltre le misure messe in campo rispondono bene anche alla richiesta di destinare il 37% delle risorse alla transizione energetica e climatica.
L’unica B è sul costo delle opere da realizzare, ma in questo caso un po’ tutte le altre nazioni hanno ricevuto voti non altissimi e questo perché è risultato difficile in questa fase preventivare anche i costi esatti di ogni misura del Pnrr. I calcoli approssimativi sono stati fatti rifacendosi a misure simili e pregresse.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала