Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pechino accusa Washington di ricatto sulle indagini per le origini del COVID-19

© AP Photo / HECTOR RETAMALLaboratorio P4 dell’Istituto di Virologia di Wuhan
Laboratorio P4 dell’Istituto di Virologia di Wuhan - Sputnik Italia, 1920, 21.06.2021
Seguici su
Continuano le tensioni tra Cina e Stati Uniti, con questi ultimi che addossano a Pechino la responsabilità per la fuoriuscita dell'agente patogeno Sars-CoV-2.
Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha denunciato lunedì le affermazioni di Washington secondo cui Pechino rischia di trovarsi di fronte all'isolamento se non accetta un'altra indagine sulle origini del COVID-19, definendole "puro ricatto e minaccia".
"Le dichiarazioni rilevanti della parte statunitense sono puro ricatto e minaccia. La Cina esprime forte insoddisfazione nei suoi confronti e si oppone con forza, non lo accetteremo mai", ha detto Zhao in un briefing quotidiano.
Il funzionario ha ribadito come Pechino sia stata aperta e trasparente in materia sin dall'inizio della pandemia.
La Cina, ha ricordato ancora Lijian, ha condiviso la propria esperienza con gli altri paesi nella prevenzione e nel controllo delle epidemie, nella diagnosi e nel trattamento della malattia, e ha ricevuto due esperti internazionali squadre inviate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
"Le dichiarazioni secondo cui la Cina ha detto 'no' a un'indagine per stabilire le origini del coronavirus sono completamente infondate, le dichiarazioni secondo cui la Cina sarà isolata internazionalmente sono un'intimidazione ancora più deliberata", ha affermato il portavoce, osservando che stabilire le origini della pandemia è una questione scientifica che non dovrebbe essere arbitrariamente politicizzata.
Nelle scorse ore il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha dichiarato a Fox News Sunday che Washington eserciterà ulteriori pressioni sulla Cina per indagare sulle origini del coronavirus, osservando che Pechino dovrà affrontare l'isolamento se non coopera.
Medico cinese nel laboratorio - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Ricerca su origini Covid, ex capo FDA: "Perdite di laboratorio si verificano continuamente''

Le indagini sulle origini del COVID-19

All'inizio di quest'anno, l'OMS ha inviato una missione a Wuhan, il primo focolaio mondiale del coronavirus, dove gli esperti hanno esaminato un laboratorio, ospedali e mercati alla ricerca di indizi sulle origini del virus.
Gli scienziati hanno concluso che l'ipotesi di dal laboratorio era "estremamente improbabile", mentre il virus sarebbe molto probabilmente stato trasmesso all'uomo dai pipistrelli attraverso un animale intermedio.
Le tensioni sulla questione sono tornate ad acuirsi il mese scorso, quando il presidente Joe Biden ha ordinato alla comunità dell'intelligence statunitense di produrre un rapporto che riesaminasse le origini del coronavirus e determinasse se la malattia fosse fuoriuscita da un laboratorio o si fosse diffusa da un animale infetto a un essere umano.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала