Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mascherine all'aperto, Bassetti: "Fosse per me avrei eliminato l'obbligo già oggi"

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 21.06.2021
Seguici su
Atteso il verdetto del Cts che si riunirà lunedì pomeriggio per decidere la revoca dell'obbligo all'aperto. Per l'infettivologo di Genova è controproducente avere un atteggiamento ideologico.
L'Italia si appresta ad eliminare l'obbligo di mascherina all'aperto come hanno già fatto altri Stati della Ue. Non sarà un addio, perché il dispositivo si dovrà sempre tenere a portata di mano, in caso di assembramenti o per entrare nei luoghi al chiuso. Sul tema è intervenuto anche il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino di Genova, interpellato da AdnKronos.
"Io avrei tolto l'obbligo già oggi, ma sono fiducioso che dal 28 di giugno potremmo togliercela all'aria aperta", ha affermato l'esperto.
Il parere del Comitato tecnico scientifico, per decidere sulla revoca, è stato richiesto sabato dal ministero della Salute, dopo l'annuncio del presidente del Consiglio Mario Draghi nella conferenza stampa di venerdì.
"Da un mese chiedo al Cts una valutazione, scientifica in primis, ma anche di buon senso. Dovrà dirci qual è oggi il ruolo di questo dispositivo di protezione in condizioni epidemiologiche mutate e in base alle nuove evidenze sui contagi all'aperto, ha precisato Bassetti.
Bassetti chiede che le raccomandazioni dell'organo consultivo del ministero "siano ragionevoli" e non ideologiche.
"Oggi le persone hanno difficoltà a tenere la mascherina con l'afa, quindi, non deve essere un atteggiamento ideologico altrimenti sviliamo questo importante dispositivo", afferma. Per l'autunno "se dovesse esserci la necessità - prosegue -si può pensare di rimettere l'obbligo delle mascherine all'aperto, ma con queste condizioni epidemiologiche dobbiamo comprendere che il rischio di fare diventare indigeribile agli italiani questo dispositivo, che invece è stato determinante in una fase importante della pandemia, è alto", precisa il professore.
L'abbandono della mascherina all'aperto sarà il segnale più forte di un atteso ritorno alla normalità, dopo che da oggi il 99% del territorio italiano è in zona bianca e decadrà la misura del coprifuoco. L'Italia è pronta ad allinearsi agli altri Paesi europei che, sull'esempio di Israele, hanno revocato l'obbligo come Francia, Belgio, Polonia, Grecia e, dal 26 giugno, anche la Spagna.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала