Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

FPA: nel 2020 minimo storico dipendenti PA degli ultimi 20 anni, solo 3,2 milioni

© Sputnik . Alessandro Rota / Vai alla galleria fotograficaImpiegata al lavoro in un ufficio dell'anagrafe
Impiegata al lavoro in un ufficio dell'anagrafe - Sputnik Italia, 1920, 21.06.2021
Seguici su
Secondo il rapporto presentato al Forum FPA 2021 sul lavoro pubblico, nel 2020 la Pubblica Amministrazione ha registrato il minimo storico di dipendenti nel settore con un totale di 3,2 milioni.
Dopo un piccolo segnale di crescita del personale nel 2019, il 2020 si conferma un anno da minimo storico anche per la pubblica amministrazione che registra il numero più basso di dipendenti degli ultimi 20 anni. I dati sono stati presentati da FPA, società del Gruppo DIGITAL360, a FORUM PA 2021.
Con il blocco dei concorsi per l'emergenza sanitaria e l'accelerazione dei pensionamenti sono stati contati solo 3,2 milioni di dipendenti, 31 mila in meno rispetto all’anno precedente (-0,97%).
Con i dati raccolti da FPA è riconfermato che la PA è vecchia, con un'età media di 50 anni, scarsamente aggiornata, inefficace nell'offrire servizi adeguati a imprese e cittadini.

Migrazione dei pensionati pubblici destinata ad aumentare, ma in arrivo nuovi concorsi

Sono arrivati a 3,03 milioni i pensionati da lavoro pubblico, in un rapporto di 94 pensioni erogate ogni 100 contribuenti attivi. Secondo quanto affermato anche dal PNRR, nel prossimo triennio almeno 300 mila persone usciranno dal pubblico impiego.
In arrivo però anche nuovi concorsi con lo sblocco delle prove selettive e un’importante semplificazione delle procedure per accelerare l'inserimento del personale. Secondo il Dipartimento Funzione Pubblica nel 2021 sono previsti 119 mila nuovi ingressi a tempo indeterminato nella PA.
"Il PNRR può davvero essere l’opportunità per ripensare e rinnovare il settore pubblico, ma allo stesso tempo serve una nuova PA per realizzare le missioni previste, connettendo i soggetti dell’innovazione, instaurando un dialogo continuo tra centro e periferia, mettendo a sistema le migliori esperienze già realizzate" ha affermato Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA.
Il PNRR investirà nel miglioramento della capacità amministrativa delle PA centrali e locali 1,3 miliardi di euro, più ulteriori 400 milioni di euro di fondi strutturali UE e cofinanziamento nazionale, per un totale 1,7 miliardi di euro.

FPA: piano assunzioni necessario per aggiornare il settore

Quella del PNRR è una sfida epocale mirata ad una Pubblica amministrazione sulla quale per anni è stato fatto disinvestimento, creando funzionari di età medio-alta, poco formati e con competenze in gran parte giuridico-normative invece che sugli ambiti strategici come digitale e project management.
"Il piano assunzioni è un importante passo avanti per cui è necessario definire attentamente i profili necessari e adeguare rapidamente le procedure di reclutamento per attrarre le persone giuste, come si è già cominciato a fare [...] necessario valorizzare e formare il personale, diminuire la dipendenza della PA da esperti esterni, prevedere equi meccanismi di stabilizzazione della forza lavoro temporanea, riformare l’ordinamento professionale" ha commentato Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA.
tasse  - Sputnik Italia, 1920, 06.03.2021
Cgia: l’evasione vale la metà delle inefficienze e degli sprechi della Pubblica amministrazione
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала