Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Strage in Messico: almeno 15 civili uccisi durante il raid di un commando criminale

© AFP 2021 / Fernando BritoPolizia in Messico
Polizia in Messico - Sputnik Italia, 1920, 20.06.2021
Seguici su
Il massacro è avvenuto a Reynosa, città dello Stato di Tamaulipas a Nord Est del Paese. Il bilancio potrebbe essere più grave, fino a 17 vittime.
Un commando di uomini armati ha seminato il panico nella città di Reynosa, al confine nordorientale del Messico con gli Stati Uniti. Il gruppo di individui ha aperto il fuoco sabato pomeriggio in diversi quartieri, provocando la morte di almeno 14 persone, secondo quanto riporta la BBC.
I criminali si sono serviti di alcune auto per effettuare i raid nei diversi settori della città di 700 mila abitanti, nello Stato di Tamaulipas.
La prima sparatoria è avvenuta nel quartiere di Almaguer, dove il gruppo armato ha aperto il fuoco su alcune di persone, provocando sei morti e diversi feriti. Un civile è stato ucciso all'interno di un camion, a pochi metri di distanza. Un altro civile è deceduto in un attentato simile nel quartiere di Unidad Obrera.
Altre due persone hanno perso la vita a causa di un attacco armato nella zona di Fidel Velázquez. A Bienestar, un commando che viaggiava su due veicoli ha ucciso un uomo e due donne quando hanno resistito a un'aggressione.
Diversi isolati dopo, gli stessi criminali hanno fatto irruzione in un negozio di alimentari e hanno giustiziato il proprietario e un cliente che stava facendo la spesa.
Un'altra persona è rimasta uccisa in una sparatoria con agenti nelle vicinanze del ponte Pharr, anche se non è chiaro se l'individuo facesse parte del gruppo criminale o fosse un civile ignaro dei fatti.
La polizia di Stato e la Guardia Nazionale si è mobilitata per fermare la scia di violenza. Le forze dell'ordine hanno successivamente arrestato, durante un controllo, una persona che trasportava due donne nel bagagliaio della sua auto. Si presume che siano stati uccisi in un precedente assalto.
La criminalità locale è stata dominata dal Cartello del Golfo, un'organizzazione criminale di narcotrafficanti impegnata da anni in una faida interna per il controllo del traffico di droga e di esseri umani al confine statunitense.
L'ultimo massacro nella regione risale allo scorso gennaio, quando sono stati ritrovati 19 corpi carbonizzati in un camion nella località di Santa Anita, nel comune di Camargo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала