Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, arrestato un presunto scafista ad Augusta

© AP Photo / Carmelo ImbesiLa scelta di accogliere a prescindere è quella che rende l’Italia porta per l’immigrazione selvaggia verso l’Europa.
La scelta di accogliere a prescindere è quella che rende l’Italia porta per l’immigrazione selvaggia verso l’Europa.  - Sputnik Italia, 1920, 20.06.2021
Seguici su
Fermato un cittadino tunisino di 42 anni accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina in relazione allo sbarco della nave di Medici Senza Frontiere.
Gli agenti della squadra mobile di Siracusa hanno individuato e fermato ad Augusta un cittadino di 42 anni di nazionalità tunisina, riconosciuto da alcuni migranti come scafista. Lo ha riferito domenica mattina l'agenzia Ansa.
L'uomo è accusato di i favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, in relazione allo sbarco di 21 persone, giunti con la nave Geo Barent di Medici senza Frontiere lo scorso 17 giugno.
La polizia nelle indagini si è avvalsa delle di vari accertamenti e delle dichiarazioni dei migranti. Il presunto scafista è stato tradotto in carcere.
I migranti, per lo più di nazionalità sudanese, erano partiti con un barchino dalla Libia per raggiungere l'Europa. In difficoltà durante la navigazione, sono stati soccorsi dalla nave umanitaria di MSF, approdata poi nel porto di Augusta con oltre 400 naufraghi.
La Geo Barents è arrivata nel porto di Augusta lo scordo giovedì 17 giugno, dopo una settimana di richieste e appelli per un Pos. A bordo della nave umanitaria 410 migranti, tra cui almeno 90 minori non accompagnati, 21 dei quali di età compresa fra i 13 e i 15 anni. Fra i passeggeri, per lo più provenienti da Siria, Etiopia, Eritrea, Sudan e Mali, anche una donna incinta.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала