Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Operazione antidroga in mare, la Finanza sequestra 6 tonnellate di droga su un veliero - Video

© Sputnik . Andrey Stenin / Vai alla galleria fotograficaPanetti di hashish
Panetti di hashish - Sputnik Italia, 1920, 19.06.2021
Seguici su
Sequestrato dalla Guardia di Finanza nel Canale di Sicilia il carico di hashish dal valore di 13 milioni di euro, trasportato su un'imbarcazione battente bandiera Usa.
La Guardia di Finanza ha sequestrato 6 tonnellate di hashish a bordo di una barca a vela battente bandiera statunitense che viaggiava nel Canale di Sicilia. I tre uomini dell'equipaggio, tutti di nazionalità bulgara, sono stati arrestati. L'imbarcazione è stata condotta nel porto dei Palermo e posta sotto sequestro.
Il veliero era stato intercettato da un aereo delle Fiamme Gialle, un n Atr42-Mp, impiegato in attività di sorveglianza e pattugliamento del Mediterraneo occidentale. Dopo l'avvistamento la barca è stata tenuta sotto sorveglianza per 12 ore dal pattugliatore multiruolo P02 'Monte Cimone.
Ottenuto il necessario nulla osta dallo Stato di bandiera dell'imbarcazione per il controllo di polizia, il team di abbordaggio del pattugliatore Multiruolo ha proceduto al fermo e alla perquisizione del veliero, rinvenendo nella stiva l'ingente quantitativo di droga.
I militari del comando operativo aeronavale e del comando provinciale di Palermo della Guardia di Finanza hanno sequestrato il carico di hashish per un valore di 13 milioni di euro, secondo le stime degli investigatori.
Il veliero è stato scortato al porto di Palermo per proseguire l'attività di polizia giudiziaria, da parte dei militari del Gruppo di investigazione sulla criminalità organizzata (Gico) del nucleo di Polizia economico finanziaria e della stazione navale di Palermo.
L'operazione si è conclusa con l'arresto dei tre uomini dell'equipaggio e della barca utilizzata per il traffico delle sostanze stupefacenti.
A inizio giugno un'altra nave era stata intercettata con un carico di droga, questa volta nel porto di Gioia Tauro. L'imbarcazione trasportava cocaina purissima nascosta tra le banane in un container proveniente dall'Ecuador. Ennesimo episodio che mostra come le rotte del narcotraffico internazionale convergano nel Mar Mediterraneo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала