Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Whirlpool, lavoratori del gruppo protestano a Roma davanti al MISE

© CGILLavoratori Whirlpool
Lavoratori Whirlpool - Sputnik Italia, 1920, 18.06.2021
Seguici su
"I lavoratori sono pronti a tornare a lavorare e a produrre elettrodomestici". Lo ha dichiarato ai giornalisti la segretaria nazionale Fiom - Cgil, Barbara Tibaldi, durante la manifestazione di venerdì mattina di tutti i lavoratori del gruppo Whirlpool a Roma.
Secondo i dati riferiti da Fiom a Sputnik Italia, la mobilitazione ha avuto un'altissima adesione che si avvicina all'unanimità.
A Varese ha scioperato il 100% dei lavoratori, mentre negli stabilimenti di Siena, Melano, Fabriano e Comunanza l'adesione si attesta al 95%.
“Altissima adesione allo sciopero. Chiusi i cancelli a Varese con adesione al 100%, negli altri stabilimenti adesione al 95%”, ha detto Tibaldi sul palco del presidio davanti al ministero dello Sviluppo Economico.
Lo sciopero di tutti i lavoratori del gruppo è stato indetto per otto ore nella giornata di venerdì 18 giugno. I dipendenti Whirlpool si sono dati appuntamento davanti a Palazzo Piacentini per "manifestare a sostegno del proprio futuro reso incerto dal mancato rispetto del piano industriale sottoscritto nel 2018 proprio in quella sede", si legge in una nota congiunta di Fim, Fiom e Uilm.
© CgilLavoratori Whirlpool in manifestazione a Roma
Lavoratori Whirlpool in manifestazione a Roma - Sputnik Italia, 1920, 18.06.2021
Lavoratori Whirlpool in manifestazione a Roma
Con i fondi del PNRR "serve investire nell'industria italiana e nell'industria che porta lavoro", ha detto Tibaldi annunciando che dopo lo sciopero di oggi di tutto il gruppo Whirlpool, sabato prossimo ci saranno manifestazioni di tutte le categorie.
La dirigente di Fiom ha poi ricordato la morte di Adil Belakhdim, il delegato sindacale di Si Cobas, travolto e ucciso da un camion questa mattina durante lo sciopero dei lavoratori della logistica di un capannone nel novarese.
"E' un Paese questo che sta andando avanti, che si prepara a costruire il futuro in un momento in cui ha più soldi di quanto ha mai visto, o è un Paese che sta degenerando, dove se scioperi per i tuoi diritti rischi la vita?", osserva Tibaldi.
Nel corso della manifestazione i sindacati incontreranno la sottosegretaria Alessandra Todde.

La vertenza Whirlpool

La multinazionale degli elettrodomestici ha definitivamente chiuso l'impianto di produzione di Napoli il 31 ottobre 2020, mettendo in cassa integrazione i circa 300 operai Whirlpool che adesso rischiano il posto di lavoro alla scadenza dello stop ai licenziamenti.
Secondo quanto riferito dai vertici di Whirlpool, l’impianto di Napoli perdeva 20 milioni di euro all'anno e ogni tentativo di rilanciare lo stabilimento sarebbe stato vano. Tuttavia le sigle sindacali hanno messo in rilievo come la decisione di chiudere Napoli sia incoerente con i risultati dell'azienda nel settore che nel 2020 sono stati positivi, come illustrato dalla stessa direzione aziendale durante i tavoli di confronto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала