Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mascherine all'aperto, verso lo stop a fine giugno

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaViaggiatrice con mascherina
Viaggiatrice con mascherina - Sputnik Italia, 1920, 18.06.2021
Seguici su
La nuova ipotesi del governo è quella di anticipare a fine giugno lo stop all'obbligo di mascherina all'aperto, previsto il 15 luglio. In discussione il rinnovo dello stato d'emergenza.
Prende corpo l'idea di abbandonare la mascherina all'aperto anche in Italia, dopo lo stop all'obbligo di Francia e Svizzera. Per l'addio al dispositivo il governo aveva ipotizzato il 15 luglio, ma adesso questa data potrebbe essere anticipata a fine giugno, su pressione della Lega e del centrodestra.

"In queste ore c'è un dibattito anche sulle mascherine. La Francia all'aperto le toglie, non penso che siano dei matti. Da Israele alla Norvegia prendono atto della situazione, la gente si è comportata bene, il piano vaccinale sta correndo", ha detto Matteo Salvini parlando questo giovedì ai microfoni di Radio Anch'io. "Parlerò con Draghi - prosegue - e sarà sicuramente una nostra proposta chiedere di togliere le mascherina all'aperto".

Il premier potrebbe cedere sulla mascherina, lasciando l'obbligo solo per i luoghi al chiuso, per ottenere il via libera al rinnovo dello stato d'emergenza, in scadenza il 31 luglio. Mario Draghi vorrebbe muoversi con cautela e convincere le forze di governo più restie ad accettare la proroga fino a dicembre.
Per Salvini non ha senso "la proroga di uno stato di emergenza che nei fatti non c’è". Perplessità condivisa dal ministro di Forza Italia Maria Stella Gelmini, che ritiene non si debba abusare della proroga di poteri speciali dal punto di vista costituzionale.
La posizione di Draghi, però, resta quella della prudenza, anche per la diffusione rapida della variante delta che ha costretto la Gran Bretagna a prorogare di un mese le misure di allentamento.
La discussione viene quindi rimandata a luglio, nonostante il miglioramento della curva epidemiologica in Italia, della pressione sugli ospedali e la riduzione della mortalità.
I dati diffusi giovedì dal ministero della Salute hanno segnalato 1.325 i positivi al test in tutta Italia nelle ultime 24 ore. Mercoledì i positivi erano 1.400. In calo anche i decessi, 37 in un giorno, rispetto alle 52 morti di mercoledì. I ricoverati in terapia intensiva per Covid sono 444, nei reparti ordinari 2.888 in tutta Italia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала