Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, zona bianca da Bolzano a Palermo: cosa cambia da lunedì 21 giugno

© Sputnik . Tatyana Volobueva / Vai alla galleria fotograficaUn tram a Milano
Un tram a Milano - Sputnik Italia, 1920, 18.06.2021
Seguici su
Attesa per oggi la pubblicazione dei dati settimanali del monitoraggio dell'Iss sull'incidenza dei contagi. Resta in giallo solo la Val d'Aosta fino al 28 giugno.
Lunedì 21 giugno, il primo giorno d'estate, l'Italia si dipingerà di bianco da Bolzano a Palermo. Le ultime regioni rimaste in zona gialla si preparano infatti al cambio di colore, che riguarderà il 99% del territorio nazionale.
Sicilia, Marche, Toscana, Calabria, Basilicata, Campania, provincia autonoma di Bolzano attendono la firma del ministro Speranza sull'ordinanza che ufficializzerà la promozione in zona bianca, se i dati settimanali del monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità confermeranno l'incidenza di contagio inferiore ai 50 casi su 100 mila abitanti per la terza settimana consecutiva.
In questo caso l'unica regione a restare in zona gialla sarà la Val d'Aosta, che dovrà aspettare fino al 28 giugno per poter allentare le restrizioni.
"Da venerdì avremo il 99% del Paese in zona bianca", ha detto nei giorni scorsi il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al al convegno organizzato dal Consiglio nazionale dell'Ordine degli Psicologi (Cnop). "Siamo oggettivamente in una fase diversa - ha aggiunto - Ma serve ancora grandissima attenzione e lavoro costante da tutti i punti di vista per essere attrezzati e organizzati in una fase che è ancora di battaglia aperta".

Le regole in zona bianca

Ma maggior parte dei divieti e limiti a spostamenti e vita sociale viene meno con l'ingresso in zona bianca, a partire dal coprifuoco notturno. Nelle regioni in zona bianca è rimosso il divieto di spostamento tra le 24 e le 5 del mattino successivo, ancora vigente nelle regioni gialle.
Nei bar e ristoranti ci si potrà sedere liberamente ai tavolini all'aperto, mentre resta il limite di 6 persone al tavolo nelle aree al chiuso.
Restano le restrizioni per il trasporto in auto di passeggeri non conviventi, l'obbligo di mascherina all'aperto e il green pass per partecipare a cerimonie religiose, feste e matrimoni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала