Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Come lo Sputnik V russo ha inventato il metodo del "cocktail vaccinale" di cui ora tutti parlano

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficavaccino russo sputnik v
vaccino russo sputnik v - Sputnik Italia, 1920, 18.06.2021
Seguici su
L'"immunizzazione eterologa" è recentemente diventata un argomento scottante per gli scienziati in prima linea nei programmi di vaccinazione anti-COVID in tutto il mondo. In parole povere significa "mescolare e abbinare" diversi vaccini per ottenere una migliore risposta immunitaria e, come sembra, il metodo funziona.
Nel 2020 i creatori del vaccino russo Sputnik V hanno introdotto un nuovo approccio all'immunizzazione anti-COVID mescolando i vaccini. Quest'anno il metodo ha dimostrato ancora una volta di avere successo dai ricercatori che hanno utilizzato altri inoculi.
Un recente studio dell'Università tedesca del Saarland, condotto su 250 persone che hanno ricevuto varie combinazioni di vaccini Pfizer e AstraZeneca, ha mostrato che ci sono alcuni benefici nel mescolare diversi vaccini. L'obiettivo del sondaggio era vedere quanti anticorpi apparivano nel sangue di coloro che si erano sottoposti alle prove e valutare la reazione delle cellule T protettive dopo che i soggetti avevano ricevuto una combinazione dei due vaccini.
Lo studio tedesco ha dimostrato che la combinazione di Pfizer e AstraZeneca, così come una doppia dose di Pfizer, ha un’efficacia decisamente maggiore di una doppia iniezione del solo AstraZeneca. Le persone sottoposte ai primi due tipi di vaccinazioni avevano anticorpi 10 volte più protettivi contro il coronavirus rispetto al gruppo solo AstraZeneca.
Ma mentre i media mainstream di tutto il mondo hanno descritto come ‘totalmente innovativo’ lo studio sui mix di inoculi, in realtà non lo era affatto.

Sputnik V, il primo “cocktail di vaccini” nel mercato globale

In realtà gli scienziati russi usano "il metodo del cocktail" dal 2019, da quando il Centro Gamaleya aveva lanciato l’inoculo contro la MERS. Quando si è trattato di creare il suo vaccino COVID, gli scienziati hanno fatto nuovamente affidamento sulla medesima tecnologia: il primo vaccino al mondo contro il nuovo virus includeva non uno, ma una combinazione di due vettori di adenovirus portatori.
Sputnik V viene somministrato in una modalità chiamata ‘prime-boost’. Prima il paziente riceve un'iniezione di vettore adenovirale Ad-26, che trasporta il gene della glicoproteina S SARS-CoV-2 a tutta lunghezza. 21 giorni dopo, viene somministrata un'altra dose, ma questa volta è basata sul vettore adenovirale Ad- 5.
Ci sono diverse ragioni per la strategia del "doppio colpo". In primo luogo, l'individuo potrebbe essere già entrato in contatto con uno dei due tipi di adenovirus in passato, e il secondo è quasi certamente totalmente nuovo per il sistema immunitario della persona, il che consente al vaccino di funzionare in modo efficiente. Un altro motivo è il fattore "boost", che raddoppia l'effetto positivo dell’inoculo e rafforza la prima dose.
Un altro motivo importante per iniettare due diversi vettori adenovirali è la reazione immunitaria. L'uso dello stesso tipo di adenovirus in due dosi potrebbe portare l'organismo a sviluppare una risposta immunitaria contro il vettore e a distruggerlo non appena viene somministrata la seconda dose senza dargli il tempo di provocare la seconda reazione immunitaria.
Lo studio sulla sicurezza e l'efficacia di Sputnik V, pubblicato dal Lancet Magazine nel febbraio del 2021, ha dimostrato che "il regime eterologo di vaccinazione prime-boost fornisce solide risposte immunitarie umorali e cellulari, con un'efficacia del 91,6% contro il COVID-19".
The Lancet ha usato anche il termine scientifico “approccio eterologo ricombinante adenovirus”, o, semplicemente, “metodo cocktail” in relazione al vaccino russo. L'articolo di febbraio su Lancet ha sottolineato che "tra i principali vaccini COVID in sviluppo fino ad oggi, solo Gam-COVID-Vac (nome scientifico di Sputnik V) utilizza questo approccio; altri, come il vaccino Oxford-AstraZeneca, usano lo stesso materiale per entrambe le dosi”.

Collaborazione pionieristica sui vaccini

I produttori di Sputnik V sono stati anche i primi a lanciare una proposta di collaborazione tra vaccini, alla fine del 2020. Il team dell'istituto Gamaleya e del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF) ha contattato e avviato studi clinici congiunti con AstraZeneca, concentrandosi sull'utilizzo di una combinazione dei due diversi vaccini per aumentare l’efficacia degli inoculi AZ dal 62,1% al 90%.
I colloqui sulla questione sono stati spinti da un'offerta che i russi hanno fatto via Twitter, iniziata nel novembre del 2020, e nel dicembre dello stesso anno è stato firmato un memorandum da AstraZeneca, il RDIF, il produttore di farmaci russo R-Pharm e l’Istituto Gameleya al fine di facilitare l'ulteriore cooperazione tra le aziende.
Anche se i risultati degli studi clinici congiunti devono ancora essere pubblicati, i risultati preliminari sono già considerati positivi. Secondo il dott. Debkishore Gupta, consulente presso il Clinical Microbiology & Infectious Diseases del Ruby General Hospital in India, "la partnership tra Sputnik V e AstraZeneca può avvantaggiare quest'ultimo in modo molto considerevole".
Sputnik è un vaccino contro il nuovo coronavirus, che ha già ricevuto un'approvazione ufficiale in 67 paesi con una popolazione totale di 3,5 miliardi di abitanti.
Ha un'efficacia comprovata del 91,6% contro il COVID-19, secondo alcuni studi recenti anche maggiore, con la campagna di vaccinazione del Bahrain che ha dimostrato un'efficacia del 94,3%.
Anche se alcuni paesi dell'UE, come l'Ungheria, hanno autorizzato l'uso di Sputnik V, l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) e in particolare il comitato per i medicinali umani dell'agenzia, che ha avviato una revisione continua del vaccino russo nel marzo del 2021, non hanno ancora approvato il preparato per l’uso nella UE.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала