Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Medici di base, a Bergamo è vera emergenza. 120 mila persone non lo hanno da mesi

Medico, ricetta medica, certificato medico, prescrizione, medico di famiglia
Medico, ricetta medica, certificato medico, prescrizione, medico di famiglia - Sputnik Italia, 1920, 17.06.2021
Seguici su
Il problema dei medici di base che mancano accomuna un po' tutta l'Italia, ma in provincia di Bergamo la situazione è diventata allarmante con gravi disagi per le persone residenti.
Facoltà di medicina a numero chiuso da anni e scelte di programmazione sanitaria distorte, e il risultato è che ora mancano i medici, compresi i medici di base nella provincia di Bergamo dove servono 80 titolari per altrettante condotte di assistenza primaria.
“Mancano i medici e non si possono plasmare nella crea dalla mattina alla sera”, afferma il presidente dell’ordine dei medici bergamaschi, Guido Marinoni, intervistato dal Corriere della Sera.
E questa estate non andrà certo meglio spiega, perché alla “mancanza di una adeguata programmazione sanitaria, in estate si sommerà anche quello delle ferie dei medici di servizio”.
E così le guardie mediche del servizio di continuità assistenziale a Treviglio, hanno 6 telefoni cellulare uno per ogni medico che manca nella loro area di riferimento. I pazienti chiamano il numero e le guardie mediche sanno subito da quale zona proviene il cittadino.
Come Marco Ubbiali, 50 anni e invalido all’80% per una neoplasia asportatagli anni fa. Una storia raccontata sempre dal Corriere. L’uomo deve percorrere 20 chilometri in macchina per raggiungere Treviglio.
E prossimamente andrà anche peggio, perché andranno in pensione un medico di base del comune di Brignano e un altro di Pontirolo.

La pandemia ha prosciugato il serbatoio dei precari

La pandemia ha complicato le cose, perché prima vi erano i medici precari – brutta parola ma anche per loro è così – poi la richiesta di medici da parte degli ospedali ha permesso ai precari della sanità di trovare offerte meglio remunerate e loro si sono ovviamente messi a disposizione.
Così l’ATS di Bergamo non ha più un bacino di medici, precari, da cui attingere per coprire il posto vacante lasciato dal medico di assistenza primaria.
Ma non solo la pandemia, anche le scelte della Regione Lombardia pesano sul futuro del medico di base, perché il corso di formazione per i medici di medicina generale prevede una borsa di studio da 800 euro al mese, contro il rimborso mensile da 1800 euro offerto dalle università per i corsi di specializzazione.
Non solo, la Regione ha ridotto anche le borse da 400 a 174 in tre anni, racconta ancora il Corriere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала