Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ricercatori hanno valutato chi è a rischio di contrarre più volte il Covid-19

© Sputnik . Ministry of Defence of the Russian Federation / Vai alla galleria fotograficaIl ventilatore polmonare HAMILTON-T1 nell'ospedale da campo a Bergamo.
Il ventilatore polmonare HAMILTON-T1 nell'ospedale da campo a Bergamo. - Sputnik Italia, 1920, 16.06.2021
Seguici su
Scienziati americani hanno analizzato il database delle cartelle cliniche elettroniche degli Stati Uniti e hanno selezionato pazienti con risultati positivi ripetuti al SARS-CoV-2 nei test molecolari PCR. Hanno scoperto che i pazienti più volte risultati positivi al virus hanno caratteristiche in comune.
La reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR: Reverse transcriptase-polymerase chain reaction) è considerata lo standard ideale per la rilevazione del SARS-CoV-2 nei campioni del tratto respiratorio superiore e inferiore e per la diagnosi del Covid-19.
Allo stesso tempo, anche con un test PCR negativo, è impossibile giudicare inequivocabilmente se il paziente si sia completamente liberato del coronavirus. In circa la metà dei casi, i risultati della PCR diventano negativi subito dopo la scomparsa dei sintomi e non dopo la completa guarigione. E quando, dopo un test PCR negativo, un paziente riappare positivo, i medici non possono sempre determinare se si tratti di una reinfezione o della ricaduta di una vecchia infezione.
Una ragazza in palestra - Sputnik Italia, 1920, 14.06.2021
Focolaio Covid in palestra, un infettato da variante Delta nonostante doppia dose
I ricercatori dell'Università del Texas Health Science Center di Houston, insieme ai colleghi del Vanderbilt University Medical Center di Nashville, hanno condotto un'analisi dettagliata e pubblicato un articolo sul server di prestampa medRxiv.org, specificatamente sui casi di reinfezione. Per fare ciò, hanno individuato 23 pazienti dal database US Electronic Health Records (EHR) che avevano ripetuti risultati positivi del test PCR, accompagnati da sintomi clinici di Covid-19, separati da un intervallo di oltre sessanta giorni tra due test negativi consecutivi.
Circa il 70% di questi pazienti è stato ricoverato in ospedale sia durante il primo episodio che durante il secondo. Da ciò, gli autori concludono che la seconda reinfezione non è meno difficile della prima. Secondo gli scienziati, le persone con un'immunità indebolita, che soffrono di insufficienza renale o danni epatici alcolici, in trattamento per il cancro e dopo il trapianto di organi sono a maggior rischio di reinfezione.

Cosa avevano in comune

In effetti questi pazienti, dall’età media di 64,5 anni, oltre a condividere la tendenza alla recidività nei confronti del Covid-19, avevano anche molto altro in comune: erano per la gran parte fumatori, obesi, con disturbi immunitari, oltre a ipertensione e diabete. L'analisi genomica ha mostrato che in tutti i casi c'era una reinfezione e non un decorso latente della variante iniziale della malattia. L'intervallo tra la prima e la seconda infezione era in media di 101 giorni.

Infezioni e reinfezioni, i sintomi sembrano gli stessi

Interessante è stato notare, affermano i ricercatori, che i pazienti studiati hanno mostrato sintomi molto simili durante la prima e la seconda malattia. Gli scienziati ne deducono che coloro che hanno avuto una malattia lieve o asintomatica possono anche essere infettati una seconda volta, ma il loro rischio di una grave malattia ovviamente è minimo, mentre coloro che hanno sofferto gravemente di Covid-19 una prima volta, dovrebbero fare molta attenzione a non riammalarsi perché non vi sono garanzie che la seconda infezione possa essere meno grave della prima.
Gli scienziati sperano che in futuro verranno creati metodi per la valutazione predittiva dei rischi individuali di complicanze durante la reinfezione da Covid-19 in base alla gravità della malattia primaria, allo stato generale del sistema immunitario e alla presenza di fattori immunosoppressivi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала