Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Saman, la madre le inviò un sms trappola per farla tornare a casa

© Sputnik . Fabio CarboneAuto della polizia di stato
Auto della polizia di stato - Sputnik Italia, 1920, 16.06.2021
Seguici su
La madre di Saman sarebbe pienamente coinvolta nella pianificazione del suo omicidio, lei avrebbe mandato alla figlia un messaggio esca per farla tornare a casa e ucciderla.
La madre di Saman Abbas avrebbe inviato alla figlia un sms trappola per convincerla a tornare a casa dalla casa protetta dove si trovava per sfuggire al matrimonio combinato.
“Ti prego fatti sentire, torna a casa. Stiamo morendo. Torna, faremo come ci dirai tu”, il messaggio inviato alla ragazza come riportato dalla Gazzetta di Reggio.
Un messaggio che viene considerato una trappola dalla Procura di Reggio Emilia, per farla tornare e ucciderla.
Il messaggio risalirebbe proprio al periodo in cui la ragazza risiedeva nella comunità protetta, dove era stata trasferita dopo la denuncia che aveva sporto contro i suoi genitori che volevano combinarle il matrimonio con un cugino.
Così Saman il 22 aprile lasciò la casa protetta e tornò a casa, dove di lì a pochi giorni sarebbe stata uccisa dallo zio Danish Hasnain, sul quale pende un mandato di cattura internazionale.
Ragazza che piange - Sputnik Italia, 1920, 09.06.2021
Matrimoni forzati, Saman e quelle ragazze che si fa finta di non vedere
Anche la madre di Saman e il padre Shabbar, scappati in Paksitan dopo l’omicidio della loro figlia, sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio premeditato in concorso con lo zio.
Sono indagati anche i cugini Nomanulhaq, ancora latitante, e Ikram ljaz, arrestato in Francia il 28 maggio ed estradato pochi giorni fa mentre tentava di scappare il Spagna.
Al momento il corpo della giovane non è stato ancora ritrovato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала