Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La variante Delta rischia di far raddoppiare i ricoveri, ma i vaccini proteggono - Studio

© AFP 2021 / Sam YehМедицинский персонал в зоне проверки на Covid-19 в Нью-Тайбэе
Медицинский персонал в зоне проверки на Covid-19 в Нью-Тайбэе - Sputnik Italia, 1920, 15.06.2021
Seguici su
Le varianti devono preoccuparci, in particolare la variante Delta (indiana) contro la quale i vaccini offrono minori coperture.
Secondo uno studio scozzese pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, la variante Delta del Covid-19, ovvero la variante indiana, raddoppia i rischi di venire ospedalizzati per chi è contagiato, rispetto alle infezioni con la prima tipologia identificata del Sars-CoV-2, che ora è stata ribattezzata 'alfa'.
L'indagine scozzese è stata condotta su 19.543 casi di Covid-19 registrati nel paese su 5,4 milioni di scozzesi ed evidenzia anche come i vaccini diminuiscano nettamente i pericoli ed offrano una buona protezione contro la variante indiana.
Secondo l'autore della ricerca, Chris Robertson, professore di epidemiologia di salute pubblica dell'Università di Strathclyde, infatti, "è risultato evidente dallo studio delle infezioni esaminate, che la variante Delta più o meno raddoppia le probabilità di ospedalizzazione, tuttavia il rischio di ricovero diminuisce del 70% per chi ha ricevuto le due dosi di vaccino o una singola a seconda di quanto i prodotti richiedono".
Va aggiunto che la protezione offerta dai vaccini disponibili, che viene considerata forte anche contro la mutazione Delta, è inferiore: il vaccino Pfizer BioNTech ha evidenziato una protezione del 79% contro la variante Delta, rispetto al 92% della copertura offerta nei confronti della variante alfa.
Il Vaxzevria di AstraZeneca protegge al 60% nei confronti della variante delta, rispetto al 73% della protezione data nei confronti della prima versione nota del coronavirus.
La variante indiana, come hanno mostrato i numeri in India, sarebbe più pericolosa di qualsiasi altra variante già nota, compresa la variante inglese.
Da qui la necessità espressa più volte dagli esperti di affrettare le vaccinazioni per scongiurare ulteriori mutazioni ben più pericolose.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала