Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Da Carbis Bay parte la sfida dei G7 alla Cina. L'ira di Pechino: "Ingerenza negli affari interni"

© Palazzo ChigiIncontro Draghi-Biden
Incontro Draghi-Biden - Sputnik Italia, 1920, 14.06.2021
Seguici su
I Paesi del G7 ammoniscono Pechino sui diritti umani e chiedono trasparenza sul Covid, ma aprono alla cooperazione sul clima. La replica del governo cinese: "Ci calunniano e violano i nostri interessi".
Una presa di posizione forte sui diritti umani, in particolare riguardo Hong Kong, Taiwan e la minoranza musulmana dello Xinjiang, la richiesta di maggiore trasparenza per permettere un’inchiesta “tempestiva” sulle origini del Covid, e soprattutto il lancio del Build Back Better World, il piano alternativo di Washington al progetto della Nuova Via della Seta di Pechino.
È quanto emerge dal comunicato finale del G7 di Carbis Bay, in Cornovaglia, il primo in cui i leader si sono incontrati faccia a faccia dall’inizio della pandemia. Un summit in cui il convitato di pietra è stata proprio la Cina.
Alla fine nel testo conclusivo della riunione, come riferiscono i media internazionali, è stato raggiunto un compromesso attraverso i riferimenti alla cooperazione, soprattutto sui cambiamenti climatici.

Ma la sfida a Pechino è chiara, tanto che anche l’Italia ha annunciato che rivedrà la propria posizione sulla Via della Seta in vista del nuovo progetto da 250 miliardi di dollari approvato da Washington per colmare il gap infrastrutturale dei Paesi in via di sviluppo. Anche se la questione dell’adesione italiana alla Belt and Road Initiative, ha fatto sapere il premier italiano Mario Draghi parlando con i giornalisti, non è stata discussa a Carbis Bay.

Draghi, citato dall’Ansa, ha spiegato che gli USA stanno cercando di “ricostruire le alleanze tradizionali" che erano state "seriamente incrinate" rispetto all’era Trump. Sulle relazioni con la Cina, la posizione dell’Italia, ha poi fatto sapere il premier, coincide con quella espressa dai leader del G7.
Il Consigliere per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, Jake Sullivan, ha spiegato che la risoluzione è un passo avanti significativo nel percorso per "competere" con la Cina su sfide che vanno dalla salvaguardia della democrazia alla corsa alla tecnologia.
Ma la linea del presidente Biden, che chiede a Pechino di agire con “maggiore responsabilità”, non sarebbe condivisa da tutti. A spingere per un compromesso sarebbe stata soprattutto la cancelliera tedesca Angela Merkel, più incline al dialogo, mentre il presidente francese Emmanuel Macron ha chiarito che il G7 non è "un club ostile alla Cina", ma che ci sarebbe la volontà di "lavorare” con Pechino “su tutti i dossier mondiali".
Rassicurazioni che però non convincono il governo cinese, la cui reazione non si è fatta attendere. Lunedì mattina l’ambasciata di Pechino a Londra ha definito la dichiarazione conclusiva del G7 di Carbis Bay come una “interferenza negli affari interni cinesi”.
“La nostra reputazione non può essere calunniata e gli interessi della Cina non dovrebbero essere violati”, si legge in una nota in cui il governo cinese fa appello alla comunità internazionale per recuperare “unità e cooperazione”, invece che “costituire cricche di potere che seminano divisione”.
In relazione alle accuse su Hong Kong, Taiwan e lo Xinjiang, Pechino non esita a parlare di "intenzioni sinistre di alcuni Paesi come gli Stati Uniti". “Difenderemo la nostra sovranità nazionale, sicurezza e interessi”, promette il governo cinese.
Sulle origini del Covid, infine, l’ambasciata ha detto che l’inchiesta sul virus “non dovrebbe essere politicizzata” e che il gruppo di esperti costituito assieme all’OMS sta esaminando la questione in modo indipendente e secondo le procedure della stessa organizzazione.

“I politici negli Stati Uniti e negli altri Paesi – conclude l’ambasciata - ignorano i fatti e la scienza, mettendo apertamente in discussione le conclusioni del rapporto del gruppo e accusando irragionevolmente la Cina”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала