Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele pronto a voltare pagina, 2.000 persone protestano fuori dalla casa di Netanyahu

© AFP 2021 / Menahem KahanaLe proteste contro Benyamin Netanyahu di fronte alla sede del tribunale distrettuale di Gerusalemme dove è in corso la udienza del processo
Le proteste contro Benyamin Netanyahu di fronte alla sede del tribunale distrettuale di Gerusalemme dove è in corso la udienza del processo - Sputnik Italia, 1920, 13.06.2021
Seguici su
Le proteste alla vigilia del voto alla Knesset che potrebbe mettere fine all'era "Bibi" con la fiducia ad un governo di unità nazionale con partiti dall'estrema destra all'estrema sinistra, incluso il partito palestinese Ra'am.
Circa 2.000 persone hanno manifestato sabato sera a Gerusalemme fuori dalla residenza di Benjamin Netanyahu, alla vigilia di un voto cruciale in parlamento che potrebbe calare il sipario sul governo del più longevo primo ministro israeliano.
La Knesset dovrà infatti decidere oggi se dare la fiducia ad una coalizione di cambiamento guidata da Naftali Bennet e porre fine sui 12 anni consecutivi di Netanyahu al potere.
I manifestanti si sono radunati fuori dalla casa del premier per festeggiare l'imminente fine del suo esecutivo cantando "Bibi ciao", sulle note della canzone Bella Ciao dei partigiani italiani.
Le proteste anti-Netanyahu vanno avanti dal luglio dello scorso anno, i manifestanti si radunano ogni sabato per denunciare la sua gestione della pandemia di Covid-19 e dell'economia. Inoltre condannano il fatto di essere in carica, nonostante un processo per corruzione.
Il primo ministro israeliano è accusato di scambiare regolarmente regali e favori con i proprietari i magnati dei media dell'informazione per avere una copertura positiva, ma lui nega queste accuse.

Il voto della Knesset.

L'era "Bibi" volge al termine dopo 12 anni consecutivi di governo e quattro elezioni in due anni che non hanno portato fuori dall'impasse interna Israele. Oggi si presenterà davanti alla Knesset una coalizione, messa assieme da Yair Lapid e Naftali Bennet, di otto partiti dall'estrema destra all'estrema sinistra, incluso un partito conservatore palestinese, per ottenere la fiducia e insediarsi al posto del governo guidato da Benjamin Netanyahu.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала