Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Guai in vista per gli evasori, torna il redditometro: controlli a ritroso su spese e risparmi

© Sputnik . Aleksey Suhorukov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 11.06.2021
Seguici su
L'Agenzia delle Entrante tenterà di ricostruire la capacità contributiva reale dei contribuenti scandagliando i conti degli italiani a partire dal 2016. Ecco quali spese finiranno nel mirino del fisco con le nuove regole.
Nuove regole per il redditometro che spunta a sorpresa come strumento del Fisco nella lotta all'evasione. Il Dipartimento delle Finanze del Mef ha avviato le consultazioni per aggiornare i nuovi criteri di verifica.
Il redditometro è uno strumento di controllo induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva, che consente all'Agenzia delle Entrate la determinazione sintetica dei redditi delle persone fisiche relativi agli anni d’imposta.
Disciplinato dall’articolo 38, quinto comma, del d.P.R. n. 600/73, il redditometro è stato aggiornato con l'articolo 10 comma 1 del cosiddetto decreto Dignità. La ricostruzione della capacità reale di contribuzione partirà da spese, risparmi e investimenti a decorrere dal 2016.
Donna in smart working - Sputnik Italia, 1920, 25.05.2021
Smart Working, Agenzia Entrate: "Rimborso del canone Internet al dipendente fiscalmente rilevante"
La consultazione è stata avviata il 10 giugno e avrà termine il 15 luglio 2021. E' riservata alle associazioni maggiormente rappresentative dei consumatori che potranno inviare pareri e valutazioni.
I controlli verranno condotti con il coinvolgimento dell'Istat e dei dati dell'Anagrafe tributario. Il campione dei contribuenti preso in analisi è selezionato in base al nucleo familiare e all'appartenenza all'area geografica.

Cosa cambia?

Per la determinazione della capacità contributiva, il redditometro prenderà in considerazione non solo la spesa ma anche la propensione al risparmio dei contribuenti. In particolare saranno quattro i parametri ritenuti indicativi del tenore di vita:
spesa,
investimenti immobiliari e mobiliari,
risparmi,
spese per trasferimenti.
Le spese prese di mira dal Fisco riguardano:
generi alimentari, bevande;
abbigliamento e calzature;
abitazione;
combustibili ed energia;
mobili, elettrodomestici e servizi per la casa;
sanità;
trasporti;
comunicazioni;
istruzione;
tempo libero, cultura e giochi.
L'Agenzia delle Entrate terrà conto dei saldi di inizio e fine anno, della somma dei movimenti in entrata ed uscita, delle giacenze medie. Gli accertamenti scatteranno con uno scostamento del 20% dai redditi dichiarati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала