Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Allarme obesità infantile, Coldiretti: un bambino su tre è obeso

© Foto : Pixabay CC0Media e bambini - immagine metaforica
Media e bambini - immagine metaforica - Sputnik Italia, 1920, 11.06.2021
Seguici su
Poca attività fisica, cibo spazzatura e troppe ore davanti alla TV ha provocato un aumento dei bambini in sovrappeso durante il lockdown.
Coldiretti lancia l'allarme sull'obesità infantile. A causa della pandemia quasi un bambino su tre è obeso o in sovrappeso. E' quanto emerge da un'analisi diffusa a in occasione della prima festa dell’educazione alimentare nelle scuole. Alla base del problema non ci sono solo le cattive abitudini alimentari, come il consumo di cibi spazzatura o bevande zuccherate, ma anche la sedentarietà e le troppe ore passate davanti alla Tv a causa del lockdown.
"Bambini e adolescenti hanno subito tutti gli effetti negativi del blocco degli spostamenti, con il risultato di aver consumato un pasto in più, spesso a base di cibi spazzatura e bibite gassate, ridotto il consumo di frutta e verdura, incrementato di ben 5 ore il tempo passato davanti allo schermo tra televisione, internet, videogiochi e didattica a distanza, secondo uno studio dell’Università di Buffalo in collaborazione con l’Università di Verona", afferma Coldiretti.
"Ridotta anche l’attività fisica - prosegue - soprattutto per i minori che vivono nei grandi centri urbani e che nella maggior parte dei casi non hanno avuto a disposizione lo “sfogo” di un giardino o uno spazio verde".
L’isolamento indotto dal Covid preoccupa anche per le conseguenze su 2,3 milioni di adolescenti che si trovano a fare i conti con i disturbi dell’alimentazione, in una situazione aggravata dala pandemia ha sicuramente contribuito a rendere più grave. Coldiretti spiega che questa tipo di patologia si manifesta a partire dai 12 anni ma negli ultimi tempi ha iniziato ad interessare minori anche dagli 8 anni in su.
Per aiutare i piccoli italiani a mangiare meglio e a prevenire patologie nell’età dello sviluppo Coldiretti è scesa in campo con la prima festa dell’educazione alimentare nelle scuole. Durante l'evento, che rientra nel progetto “Educazione alla Campagna Amica”, è stata inaugurata la prima fattoria didattica con centinaia di bambini provenienti da tutte le scuole d’Italia nella tenuta presidenziale di Castelporziano, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dei ministri delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, dell’Istruzione Patrizio Bianchi, della Salute Roberto Speranza, della Transizione Ecologica Roberto Cingolani e il vicedirettore della Fao Maurizio Martina.
“Occorre creare le condizioni per una crescita qualitativa nell’alimentazione dei nostri figli che sono stati forse le vittime principali dei problemi causati dalla pandemia” ha dichiarato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “da questo punto vista il tema dell’educazione alimentare delle nuove generazione diventa cruciale con la necessità di qualificare anche l’offerta delle mense scolastiche con cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive nazionali e garantiscono genuinità e freschezza”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала