Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, governo prepara il piano per la terza dose: sarà Pfizer e si farà dal medico

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaVaccinazione con lo Sputnik V
Vaccinazione con lo Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 10.06.2021
Seguici su
Saranno circa 20 milioni le persone coinvolte, fragili per età, patologie e attività professionale. Resta il punto interrogativo sui tempi, ma l’obiettivo è uscire dall’emergenza e passare alla programmazione.
Ministero della Salute al lavoro sul piano per la terza dose del vaccino anti Covid. Secondo quanto riportato oggi da La Repubblica, ci sono già stati confronti anche con la struttura commissariale guidata dal generale Francesco Figliuolo per definire le linee che consentano al Paese di uscire dall’emergenza e passare alla programmazione, sulla falsariga della campagna contro l’influenza.

Campagna per i fragili

L’obiettivo principale sono le persone a rischio. Al momento l’idea è che la terza dose vada somministrata a quanti rischiano di più se si ammalano di Covid, quindi anziani, dai 60-65 in su, e fragili per motivi di salute.
Ma la vaccinazione andrà a coprire anche quanti vengono a contatto con queste persone, quindi gli operatori sanitari, e le persone che svolgono lavori essenziali come le forze dell’ordine.
Si stima si tratti di circa 20 milioni di italiani, circa un terzo della popolazione totale, e potrebbe bastare per stare tranquilli di fronte a un virus destinato a diventare endemico, come quello influenzale.

Vaccino Pfizer dal medico

Il vaccino sarebbe Pfizer e verrebbe utilizzato negli ambulatori dei medici, come avviene con il vaccino influenzale, solitamente somministrato a novembre.
Al ministero sanno che sarebbe comodo far coincidere i tempi delle due vaccinazioni, ma sarebbe troppo presto per quella anti Covid. Perché se il green pass è valido fino a nove mesi dopo la vaccinazione, è anche chiaro che la copertura dura almeno un anno. E dal momento che le prime persone hanno fatto il vaccino a gennaio, non avrebbe senso chiamarle già in autunno.

Vaccinazione in Italia

Ad oggi sono 39.891.977 le dosi di vaccino somministrate in Italia e 13.494.566 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 24,87 % della popolazione over 12.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала