Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Macron confida di poter usare il francese come prima lingua di lavoro nella Ue

© ©Abir Sultan/Pool via REUTERSPresidente della Francia, Emmanuel Macron
Presidente della Francia, Emmanuel Macron - Sputnik Italia, 1920, 09.06.2021
Seguici su
Il francese è una delle tre lingue di lavoro utilizzate dalla Commissione Europea, l''organo esecutivo della Ue. Secondo le statistiche, almeno l'80% dei funzionari di Bruxelles parla francese come prima, seconda o terza lingua. Tuttavia, di recente, secondo quanto riferito, il francese ha visto diminuire la sua importanza a favore dell'inglese.
Mentre la Francia si prepara ad assumere la presidenza di turno dell'Unione Europea il prossimo anno, secondo quanto riferito dal giornale americano Politico, il presidente Emmanuel Macron starebbe tenendo nascosti piani segreti per sostituire l'inglese con il francese in tutte le riunioni dei vertici della Ue a Bruxelles.
L'inglese è attualmente utilizzato come "lingua di lavoro" principale della Ue nelle riunioni di alto livello dei rappresentanti dei 27 membri. Macron spera di attuare la nuova regola, affermano fonti citate dal giornale, dopo che la Francia avrà assunto il controllo della presidenza semestrale dell'UE da gennaio a giugno 2022. Questo sarà il primo incarico del Paese da quando Nicolas Sarkozy era presidente nel 2008. Inoltre si ipotizza che il presidente francese trascurerà le lettere inviate dalla Commissione europea se scritte in inglese.
"Chiederemo sempre alla Commissione di inviarci in francese le lettere che desidera indirizzare alle autorità francesi e, se non lo faranno, aspetteremo la versione francese prima di rispondere", il giornale ha citato un diplomatico francese. In linea con il presunto piano dell'Eliseo, i verbali e i documenti ufficiali dovrebbero essere comunicati anche in francese.
“Anche se si ammette che l'inglese è la lingua di lavoro ed è più usata, le basi per esprimersi in francese rimangono pienamente presenti nelle istituzioni della Ue. Dobbiamo arricchirlo, e farlo rivivere affinché la lingua francese riacquisti davvero terreno e, soprattutto, il gusto e l'orgoglio del multilinguismo", ha aggiunto la fonte.
Il francese è una delle tre "lingue di lavoro" dell'UE, insieme all'inglese e al tedesco.
Per di più ad aprile il ministro degli Affari europei Clement Beaune e il segretario di Stato Jean-Baptiste Lemoyne hanno affermato che la presidenza ha creato "un'opportunità per tenere alta questa battaglia vitale per il multilinguismo".
Come parte del programma che il governo francese starebbe considerando, potrebbero essere stanziati fondi per lezioni di francese per diplomatici della Ue. Tuttavia, la mossa avrebbe suscitato forti critiche da parte degli stessi funzionari della Ue.
Politico ha citato un diplomatico senza rilevarne il nome per evidenziare le preoccupazioni derivanti da questi piani.
“Molti delegati nazionali nei gruppi di lavoro dell'UE semplicemente non capiscono o non parlano francese. Si spera che alla fine la Francia segua un approccio linguistico pragmatico”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала