Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Siria morto militare russo nell'esplosione di un blindato

© Sputnik . Ministero della Difesa della Federazione Russa / Vai alla galleria fotograficaMilitari russi in Siria
Militari russi in Siria - Sputnik Italia, 1920, 09.06.2021
Seguici su
L'esplosione del blindato è avvenuta mentre controllavano il percorso di pattugliamento della polizia militare russa nella provincia siriana di Al Hasakah; un soldato è rimasto ucciso, tre sono stati feriti, ha comunicato il ministero della Difesa russo.
"Il 9 giugno 2021, mentre controllava il percorso di pattugliamento della polizia militare russa nella provincia di Al Hasakah in Siria, un'auto blindata è esplosa su un ordigno esplosivo non identificato", si legge nel comunicato.
Si nota che a seguito dell'esplosione, un militare russo è morto per le ferite riportate. Altri tre militari russi che lo accompagnavano in macchina sono stati portati in un centro medico per ricevere le cure necessarie. Al momento le condizioni dei feriti sono sotto controllo e la loro vita non è in pericolo.
"Il ministero della Difesa russo fornirà alla famiglia del militare caduto tutta l'assistenza e il supporto necessari", si aggiunge nella nota.

10 anni di conflitto in Siria

Quella che è iniziata come una rivolta il 15 marzo 2011 è rapidamente degenerata in un grave conflitto tra lo stato e i gruppi di opposizione, tra cui i famigerati terroristi di Daesh*.
La guerra civile ha anche attirato attori internazionali. Nel 2015, Damasco ha chiesto l'assistenza di Mosca per contrastare le forze armate dell'opposizione, comprese le organizzazioni terroristiche, che avevano conquistato vaste aree del territorio siriano.
La gente celebra la vittoria di Assad, Siria - Sputnik Italia, 1920, 29.05.2021
“Elezioni: vergogna del Paese”: l’Occidente e la vittoria di Assad alle elezioni in Siria
Gli Usa e la sua coalizione hanno iniziato la campagna anti-terroristica contro il Daesh* nel 2014, tuttavia la loro presenza è illegale dal punto di vista del diritto internazionale, in quanto non sono stati invitati dal governo legittimo siriano e non agiscono su mandato dell'Onu.
Ora gran parte del territorio siriano è tornato sotto il controllo di Damasco. Ai ribelli islamisti restano alcuni territori, in particolare la provincia di Idlib.
*Daesh (anche conosciuto come ISIS) è un gruppo terroristico bandito in Russia
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала