Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AZ, insegnante morte a Gela, i legali si oppongono alla chiusura del caso: si interroghi sui rischi

© Antonio_MorlupiVaccino astrazeneca
Vaccino astrazeneca - Sputnik Italia, 1920, 08.06.2021
Seguici su
L'insegnante era stata ricoverata d'urgenza dopo un malore improvviso a marzo. Le era stata somministrata da poco la prima dose del vaccino di AstraZeneca.
A maggio la Procura aveva chiesto l'archiviazione del caso dell'insegnante 37enne morta a Gela dopo un'improvvisa emorragia cerebrale, caso inizialmente collegato alla dose di vaccino di AstraZeneca che la donna aveva ricevuto pochi giorni prima, in quanto "non erano emerse correlazioni di rilievo penale tra la somministrazione del vaccino e il decesso imputabili a medici o sanitari che hanno avuto in cura la paziente".

Tuttavia, i legali della donna, gli avvocati Antonio Cozza e Valerio Messina, citati dall'Ansa, hanno presentato opposizione alla richiesta di archiviazione. "È stato accertato dall'esame autoptico che la nostra assistita, in perfetta salute, è morta dopo giorni di agonia per trombosi polidistrettuale originata dalla somministrazione del vaccino AstraZeneca".

I legali hanno sottolineato come, nonostante numerose precedenti segnalazioni di casi di trombosi, specialmente nelle donne, sviluppati apparentemente dopo la somministrazione del vaccino, l'EMA avesse approvato il 29 gennaio 2021 la commnercializzazione del farmaco.
"Nessuno l'aveva informata che questa poteva essere una delle 'reazioni avverse' della pratica vaccinale; solo successivamente al suo tragico decesso la nota informativa del farmaco Vaxzevria è stata integrata, inserendo la formazione di coaguli di sangue quali possibili effetti collaterali della inoculazione del vaccino, ancorché rari", si legge nella dichiarazione.
Secondo gli avvocati, "la donna aveva dunque diritto ad essere informata congruamente sui rischi che avrebbe corso, tanto più che, già all'epoca, numerosi Paesi avevano temporaneamente escluso, o raccomandato di evitare, la somministrazione di quel vaccino".
"E' giunto dunque il momento che la scienza si interroghi seriamente sui rischi a breve, ma anche a medio e lungo termine, legati alla somministrazione di tale tipologia di vaccino, per scongiurare quanto più possibile e nei limiti di quanto scientificamente accertabile, che altre giovani vite vengano spezzate", il loro appello.
Vaccino anti-Covid Johnson& Johnson - Sputnik Italia, 1920, 08.06.2021
Bassetti sconsiglia vaccini AstraZeneca e J&J a chi prende la pillola
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала