Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pechino attacca la "vile provocazione politica" dei senatori statunitensi a Taiwan

© REUTERSBandiere di Taiwan e USA
Bandiere di Taiwan e USA - Sputnik Italia, 1920, 08.06.2021
Seguici su
Taiwan, considerata dalla Cina parte del suo territorio, è stata visitata domenica da un gruppo bipartista di senatori americani in arrivo su un aereo militare statunitense. I legislatori hanno annunciato che avrebbero donato all'isola 750.000 dosi di vaccino contro il coronavirus.
Martedì il ministero della Difesa cinese ha definito una "vile provocazione" la visita di tre senatori statunitensi all'isola di Taiwan. "Siamo decisamente contrari", ha affermato il ministero in una nota.
Tre senatori statunitensi, i democratici Tammy Duckworth e Christopher Coons e il repubblicano Dan Sullivan, hanno visitato Taiwan domenica come parte di un viaggio nella regione. Il loro arrivo ha scatenato la rabbia dei funzionari cinesi e del pubblico, poiché il gruppo bipartista si è impegnato a donare 750.000 dosi di vaccino contro il Covid a Taiwan, che la Cina considera parte del suo territorio.
Pechino sta resistendo a qualsiasi tentativo delle potenze straniere, in particolare degli Stati Uniti, di trattare l'isola come una nazione indipendente e di mantenere relazioni diplomatiche separate con Taiwan.
Bandiere Cina USA - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2021
La Cina intima gli USA a "non scherzare col fuoco" in merito a Taiwan
Lunedì, il segretario di Stato americano Antony Blinken ha fatto infuriare ancora di più i funzionari cinesi quando ha affermato che era in corso un accordo commerciale degli Stati Uniti con l'isola.
"So che siamo impegnati in conversazioni con Taiwan, o presto lo saremo, su una sorta di quadro di accordo", ha detto Blinken durante un'audizione al Congresso a Washington. Ulteriori dettagli su questi prossimi colloqui saranno forniti dal rappresentante commerciale degli Stati Uniti Katherine Tai, ha aggiunto Blinken.
Il segretario di Stato ha anche segnalato l'impegno della Casa Bianca a fornire armi all'isola in modo che "abbia i mezzi per difendersi".
"Abbiamo continuato a fornire attrezzature e vendite significative a Taiwan a tale scopo. Abbiamo reali preoccupazioni per l'aumento dell'aggressività che il governo di Pechino ha mostrato nei confronti di Taiwan", ha aggiunto Blinken.
Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha invitato Washington a "fermare qualsiasi forma di scambio ufficiale con Taiwan, gestire la questione di Taiwan con cautela e astenersi dall'inviare segnali sbagliati alle forze indipendentiste di Taiwan".
Nel 1979, Washington riconobbe ufficialmente la Repubblica popolare cinese e interruppe le relazioni diplomatiche con Taiwan per abbracciare Pechino come unico rappresentante della Cina.
Col passare degli anni, Washington si attiene ancora ufficialmente alla politica della "Cina unica", con Taiwan vista come parte integrante della Cina rappresentata dal governo di Pechino. Tuttavia, Washington ha continuato a sostenere l'isola, anche nelle forniture di armi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала