Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nodo discoteche oggi si scioglie la riserva, ma ci sono i distinguo rispetto al ballo di coppia

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaBallo, discoteca
Ballo, discoteca - Sputnik Italia, 1920, 08.06.2021
Seguici su
Quale futuro per le discoteche italiane e le sale da ballo nell'estate del 2021? I gestori minacciano di aprire il primo giorno d'estate, il governo prova ad ascoltarli e a dargli qualche certezza.
Le discoteche e le sale da ballo sono l’ultimo nodo da sciogliere per quanto riguarda il tema riaperture delle attività economiche in Italia. La tentazione di lasciarle chiuse tutta l’estate per evitare quanto avvenuto lo scorso anno in alcuni locali c’è stata, ma le associazioni di categoria hanno minacciato di violare qualsiasi normativa li avesse imposto la chiusura e di riaprire comunque.
Martedì 8 giugno è previsto il tavolo di confronto tra rappresentanti del governo e dei gestori di discoteche e sale da ballo. Non tutto appare chiaro e a rivelarlo è il sottosegretario alla Salute Andrea Costa: “Bisogna individuare dei parametri oggettivi e tener conto delle specificità”, ha detto intervistato dal quotidiano Il Messaggero.

Che specificità intende il sottosegretario?

“Si può fare la differenza tra sale da ballo e discoteche. Chi balla il liscio con un partner probabilmente potrebbe essere trattato in maniera diversa da chi si ritrova a ballare attaccato in discoteca”, afferma.
Ma il sottosegretario, esponente di Noi con l’Italia e di professione geometra, ammette di non capirci molto di discoteche e luoghi adibiti al ballo: “Io poi non sono neanche un buon ballerino. Mai stato un discotecaro in vita mia”.
Tuttavia vi è stata “una richiesta di confronto che era mio dovere ascoltare”, aggiunge il sottosegretario. E si riferisce alla richiesta dei gestori di incontrare il governo per stabilire un piano di riaperture che però non appare così imminente perché quello di oggi non sarà un tavolo tecnico, piuttosto un vertice per ascoltare.

Riaprire il 21 giugno

Ma il sottosegretario non avrà vita facile, perché le discoteche hanno minacciato di riaprire il 21 giugno anche senza le autorizzazioni e difficilmente usciranno dal “vertice” senza una certezza.
Questo Costa lo sa, ed infatti afferma che qui si “gioca la nostra credibilità” come governo e che per questo bisogna dare “una prospettiva” al settore.
Quindi quale la data giusta per far ripartire le discoteche?
“Io spiegherò che l’inizio di luglio potrebbe essere la data giusta, ma che si tratta di un percorso da fare insieme”.
“Porterò le loro istanze al ministro, dialogherò con il Cts, ma dobbiamo trovare una soluzione per fare in modo che la riapertura avvenga davvero e soprattutto avvenga senza commettere gli errori dello scorso anno", aggiunge il sottosegretario alla Salute.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала