Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Europei: Russia protesta ma Uefa dice sì a maglia della nazionale ucraina con la Crimea

© AFP 2021 / StringerLa divisa realizzata per la nazionale di calcio ucraina per gli Europei Euro 2020
La divisa realizzata per la nazionale di calcio ucraina per gli Europei Euro 2020 - Sputnik Italia, 1920, 08.06.2021
Seguici su
Oltre alla Crimea, sulla maglia della nazionale ucraina c'è la scritta "Gloria all'Ucraina" (Slava Ukraine), che in Russia è percepito come lo slogan e simbolo dei nazionalisti radicali e un'eredità dei nazisti.
L'Uefa ha dato ufficialmente il suo placet alla divisa della nazionale ucraina per Euro 2020 (si disputano quest'anno dopo rinvio per pandemia di Covid), nonostante le proteste della parte russa. La maglietta raffigura i confini dello Stato ucraino con la Crimea, inoltre c'è la scritta col motto "Gloria all'Ucraina" e l'emblema nazionale.
In Russia era stata espressa indignazione per la presentazione di questa divisa e il presidente onorario dell'Unione calcistica russa Vyacheslav Koloskov in precedenza aveva affermato convinto che l'Uefa non l'avrebbe accettata, dal momento che Kiev avrebbe violato le disposizioni delle regole dell'unione calcistica sull'uso di simboli e bandiere.
A livello politico ha commentato la vicenda la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova in un post su Facebook, focalizzandosi in particolare sulla rappresentazione della Crimea nell'Ucraina.
Il campionato europeo di calcio "Euro 2020" inizia l'11 giugno. Sei partite della fase a gironi e un incontro dei quarti di finale si disputeranno in Russia, a San Pietroburgo.

Riunificazione della Crimea con la Russia tra rivendicazioni di Kiev e proteste occidentali

La Crimea e Sebastopoli sono divenute nuovamente suddivisioni amministrative della Federazione russa dopo il referendum tenutosi il 16 marzo 2014, in cui la maggioranza dei residenti ha votato a favore dell'adesione alla Russia. La riunificazione con la Russia è stata sostenuta dal 96,77% degli abitanti della penisola e dal 95,6% dei residenti di Sebastopoli.
L'Ucraina considera ancora la Crimea come territorio proprio ma temporaneamente occupato. L'espressione della volontà dei cittadini della penisola non è stata per altro riconosciuta dai paesi occidentali, che hanno introdotto sanzioni contro la Russia e la regione della Crimea.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала