Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vauro Senesi vorrebbe sostituire l’Inno di Mameli con 'Bella Ciao'

© Foto : fornita da Vauro SenesiVauro Senesi, vignettista
Vauro Senesi, vignettista - Sputnik Italia, 1920, 07.06.2021
Seguici su
Secondo il vignettista di sinistra, Vauro, l'Italia dovrebbe cambiare il suo inno nazionale. Sostituirlo con l'inno della Resistenza perché più appropriato alla Repubblica.
Se il fumettista Vauro Senesi, potesse, lui “sostituirebbe addirittura l’Inno di Mameli” con la canzone ‘Bella Ciao’. E adduce più motivazioni.
“Intanto perché è più bella; inoltre perché è veramente una canzone della Repubblica italiana nata dalla resistenza anti-fascista; infine perché è un inno alla libertà”.
Così il vignettista intervistato dall’Adnkronos sulla proposta di legge depositata in Parlamento dal Partito Democratico, per istituzionalizzare il canto ‘Bella Ciao’.
E poi va all’attacco della cultura di destra e dice:
“Se c'è una storia di cui l'Italia può andare orgogliosa è quella della Resistenza che ha fatto nascere la Repubblica. Non mi stupisce l'indignazione della destra italiana, ammiccante e per lo meno omertosa, che come minimo dovrebbe dichiarare il suo anti-fascismo, come dovrebbe essere in un'Italia democratica”.

Il fascismo è morto? Magari

Aspetto ancora la “querela annunciata dalla Meloni” per aver dichiarato lei e il suo partito una realtà politica fascista, dice Vauro, “perché se non si è dichiaratamente anti, si cavalca il fascismo”.
E aggiunge: “Sostengono che il fascismo è morto: rispondo 'magari!'. Ma in genere sono i mafiosi a dire che la mafia non esiste”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала