Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Messico, teste umane lanciate in due seggi elettorali a Tijuana

© REUTERSPoliziotto messicano durante le elezioni a Tijuana
Poliziotto messicano durante le elezioni a Tijuana - Sputnik Italia, 1920, 07.06.2021
Seguici su
Orrore nei seggi messicani, dove sono stati lasciati resti umani nel giorno delle votazioni, con diversi scompigli e attacchi in varie città dello stato al confine con la California.
Domenica, diverse persone hanno lanciato teste umane in due eventi separati davanti a due seggi elettorali nella città di confine di Tijuana durante le elezioni di metà mandato, considerate le più grandi della storia del Messico.
Come riporta swissinfo.ch, a Tijuana, nello stato nord-occidentale messicano della Bassa California, un uomo si è avvicinato a un seggio elettorale e ha lanciato una testa umana per poi fuggire. L'incidente è avvenuto intorno alle 09:00 ora locale (18 ora italiana), e circa 40 minuti dopo un'altra persona ha gettato resti umani in due borse a circa 100 metri di distanza da un altro seggio elettorale.
Dopo mezzogiorno, un altro evento simile si è verificato nel quartiere di Mariano Matamoros, quando è stata lanciata un'altra testa umana. Anche la città di Mexicali ha visto diversi incidenti e disturbi, tra i quali una sparatoria (senza morti o feriti) contro gli uffici del Movimento nazionale di rigenerazione (Morena), il partito del presidente Andrés Manuel López Obrador, e il furto da un paio di seggi dei voti.
Questa domenica più di 93 milioni di messicani sono stati chiamati alle urne per rinnovare più di 20.000 posizioni governative. Tra questi, i 500 legislatori della Camera dei deputati, 15 dei 32 governatori, 30 congressi locali e 1.923 consigli cittadini. Questo girone di elezioni è stato caratterizzato da violenze, con almeno 91 politici uccisi da settembre, 36 dei quali candidati.
Inoltre, sono stati registrati più di 910 attacchi contro politici e candidati, superando di gran lunga il numero record di 774 attacchi nel 2018, quando ci sono state elezioni presidenziali, federali e locali.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала