Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Perché rianimare un fungo 'assassino' del caffè congelato da 70 anni?

CC0 / / Colture del caffè
Colture del caffè - Sputnik Italia, 1920, 06.06.2021
Seguici su
I ricercatori hanno rianimato esemplari di un fungo che provoca l'appassimento della pianta del caffè per scoprire come si è evoluta la malattia e come è possibile prevenirne la diffusione.
La malattia del caffè è provocata da un fungo che ha causato epidemie devastanti dagli anni Venti nell'Africa sub-sahariana e attualmente colpisce due delle varietà di caffè più popolari nel continente: Arabica e Robusta.
"Se riusciamo a capire come si evolvono i nuovi tipi di malattie, possiamo fornire agli agricoltori le conoscenze di cui hanno bisogno per ridurre il rischio che ne emergano altre", affermano gli scienziati.
Il team di ricerca della Imperial School di Londra, dell'Università di Oxford e dell'organizzazione agricola no-profit CABI ha rianimato campioni congelati criogenicamente del fungo che causa l'appassimento della pianta del caffè.
Si tratta di due ceppi dell'epidemia della prima metà del XX secolo, raccolti negli anni Cinquanta, che hanno infettato un'ampia gamma di varietà di caffè e altri due ceppi fungini che hanno colpito la varietà arabica in Etiopia e quella robusta nell'Africa orientale e centrale durante l'epidemia del 1990-2000.
Gli scienziati hanno quindi sequenziato i genomi dei funghi ed esaminato il loro DNA alla ricerca di prove di cambiamenti che potrebbero averli aiutati a infettare queste specifiche varietà di caffè.
Hanno scoperto che i funghi più nuovi e specifici per varietà hanno genomi più grandi rispetto ai ceppi precedenti e hanno identificato i geni che potrebbero aver aiutato i funghi a superare le difese delle piante e sopravvivere al loro interno causando malattie.
Questi geni sono risultati anche molto simili a quelli trovati in un fungo diverso e strettamente correlato, che colpisce più di 120 colture diverse, tra cui la banana nell'Africa sub-sahariana, e causa la malattia di Panama.
Il team osserva che le due specie a volte vivono molto da vicino nelle radici delle piante di caffè e banane, quindi è possibile che il fungo del caffè abbia ottenuto questi geni vantaggiosi dal suo vicino, di solito appunto la banana.
Il caffè e la banana vengono spesso coltivati ​​insieme, poiché le piante di caffè amano l'ombra fornita dalle piante di banana più alte. Non coltivare insieme colture con malattie strettamente correlate come queste potrebbe ridurre la possibilità che si evolvano nuovi ceppi di funghi killer del caffè.
"L'utilizzo di volumi sempre crescenti di prodotti chimici e fungicidi per combattere le malattie emergenti delle colture non è né sostenibile né conveniente per molti coltivatori", ha affermato Lily Peck, autrice principale dello studio.
Ora i ricercatori hanno infettato le piante di caffè in laboratorio con i ceppi rianimati per studiare esattamente come il fungo infetta la pianta e affermano che ciò potrebbe fornire altri modi per prevenire la malattia.
Il team prevede di ripetere lo studio con altre malattie conservate nella collezione CABI che ospita 30 mila campioni raccolti in tutto il mondo negli ultimi 100 anni.

"Il nostro obiettivo è replicare questo studio per molti agenti patogeni delle piante, sviluppando infine un 'regole' su come si evolve la patogenicità, aiutandoci a prevenire futuri focolai quando possibile", hanno sottolineato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала